www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


mercoledì 31 ottobre 2012

5 novembre, Palermo: Corso gratuito di italiano per stranieri alla Casa-Officina



Cari amici e care amiche
vi comunichiamo con piacere che 

il 5 novembre, alle ore 20.30
partirà la
SCUOLA GRATUITA DI ITALIANO PER STRANIERI
presso la Casa-Officina, in Piazza Zisa n.17

Il corso sarà tenuto da un gruppo di insegnanti volontari,
che sostengono il progetto e condividono il percorso di apprendimento/insegnamento.

La scuola di italiano sarà ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 20.30 alle 22.

Troverete in allegato la locandina plurilingue, da diffondere e promuovere alla città.
--
Associazione di promozione sociale
"Officina Creativa Interculturale"
Piazza Zisa,17 90135 Palermo
+39 0916520297 (lun-ven, 16-19.30)
www.casaofficina.it
http://www.facebook.com/officinacreativa.interculturale


sabato 27 ottobre 2012

Sharing a message of peace!


Share This:
Words of Peace Global

















The Nordic Peace Conference was a momentous event: students
and faculty of the United World Red Cross College (UWC)
gathered in Oslo as a result of a pledge that was made a year
before at the European Union.
The pledge itself was a first — all signing institutions vowed
to actively promote peace, reporting their progress each year
on Peace Day. Prem Rawat was the first signatory.
TPRF and WOPG are joining forces to share a special message
Prem Rawat created for this unique event. 
Take a moment to watch and share this video
with your social network (Facebook, Twitter, LinkedIn, email).

Join us in sharing a message of peace.
We know that, collectively, we can make a difference.

Here's the link: bit.ly/practicepeace

Let's make the possibility of peace known.

Best,

WOPG
Copyright © Words of Peace Global

Words of Peace Global | P.O. Box 2745, 1000 CS Amsterdam | The Netherlands

Parte la selezione di 7 studenti dell’Università di Palermo. Studieranno lingua cinese presso l’Università SISU di Chongqing (Cina)

Scuola di Lingua Italiana per Stranieri ItaStra
Università degli studi di Palermo


COMUNICATO STAMPA

Parte la selezione di 7 studenti dell'Università di Palermo
Studieranno lingua cinese presso l'Università SISU di Chongqing (Cina)


Un nuovo progetto di mobilità, rivolto agli studenti dell'Università di Palermo, permetterà a sette giovani di effettuare un'esperienza all'estero. Il paese di destinazione è la Cina. L'università che si frequenterà è la Sichuan International Studies University (Sisu) di Chongqing dove si potranno seguire corsi di Lingua cinese. Gli studenti selezionati partiranno nella seconda metà di febbraio e permarranno in Cina fino alla prima metà di luglio.

Il bando per partecipare alla selezione e per raggiungere l'ambita e lontana meta è stato pubblicato il 24 ottobre sui portali dell'università di Palermo. Per proporre la propria candidatura ci sono quindici giorni di tempo. Le domande di ammissione, da presentare in carta libera e da consegnare presso la Presidenza della Facoltà di Lettere e Filosofia, verranno selezionate dai coordinatori del progetto, i professori Mari D'Agostino e Mario Giacomarra che terranno conto del curriculum di studio dei candidati, oltre che del possesso dei requisiti generali di ammissibilità e dei criteri di preferenza.

Questa iniziativa è resa possibile grazie ad un accordo che è stato stipulato nell'estate del 2011 tra la Sichuan International Studies University, la Facoltà di Lettere e Filosofia, il Dipartimento di Scienze filologiche e linguistiche e la Scuola di lingua italiana per Stranieri dell'Università di Palermo.

Già durante l'anno accademico precedente sono stati portati avanti progetti di collaborazione tra le due università, sia per docenti che per studenti. Nel corso di questo semestre sono infatti arrivati a Palermo dieci studenti cinesi. Nel mese di gennaio, invece, erano giunti nelle nostre sedi altri 17 iscritti della università cinese e contemporaneamente sette studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo e il Dottore di Ricerca dell'Ateneo palermitano Vincenzo Pinello si sono recati in Cina.

Per avere maggiori informazioni e per consultare il bando collegarsi al seguente link

http://portale.unipa.it/lettere/home/La_Facolta/bandi/downloads_bandi/bandomobilitacina20122013.pdf

Info e contatti:

Piazza Sant'Antonino n° 1

tel. + 39 09123869601

scuolaitalianostranieri@unipa.it

www.itastra.unipa.it

www.facebook.com/itastra

www.youtube.com/itastra

Palermo, 25 ottobre 2012

Grazia La Paglia

N. tesserino 141861




venerdì 26 ottobre 2012

24 novembre, Firenze: XXI Convegno Nazionale ILSA "Approcci innovativi e buone pratiche nell'insegnamento linguistico"

XXI Convegno Nazionale ILSA

APPROCCI INNOVATIVI E BUONE PRATICHE NELL'INSEGNAMENTO LINGUISTICO

Firenze, 24 novembre 2012

Istituto Italiano di Scienze Umane
“Sala Altana” di Palazzo Strozzi, Piazza Strozzi

Con il Patrocinio del Comune di·Firenze


Per arrivare al convegno···mappa |···dove dormire·· Hotel

Per avere informazioni su tutto quello che viene organizzato in Palazzo Strozzi cliccare su·http://www.palazzostrozzi.org

La pre-iscrizione al Convegno è obbligatoria


Consultare il PROGRAMMA





4 febbraio - 1 marzo 2012, Palermo: Torna la winter school alla Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell'Università degli Studi




Due corsi speciali dedicati all'arte e alla cultura italiana, corsi standard di tutti i livelli, docenti specializzati, tutor accanto ad ogni studente, lezioni in aula e laboratori pomeridiani di teatro, musica, cucina e cinema per un totale di 40 ore.

Torna così la Winter School 2013 della Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell'Università degli Studi di Palermo che permetterà ai suoi iscritti di apprendere la lingua e la cultura italiana non solo tramite tradizionali lezioni in aula, ma soprattutto attraverso un'immersione nel contesto quotidiano. Alle lezioni e ai laboratori si affiancheranno anche visite didattiche dentro e fuori Palermo per conoscere meglio la storia, il patrimonio artistico e le tradizioni locali. I nuovi corsi inizieranno il 4 febbraio e termineranno il 1 marzo.

Si potrà alloggiare a prezzi modici presso strutture convenzionate con la Scuola e sarà garantita un'assistenza continua da parte dei docenti, dei tutor, dello staff della Scuola e degli studenti dell'Università che seguiranno gli iscritti anche nei momenti di divertimento, fuori dalle aule.
Di seguito maggiori informazioni sui singoli corsi attivati per la nuova edizione della Winter School 2013.

“Corso Standard”: Il corso di 40 ore si basa su un approccio comunicativo, con una didattica che guida gli studenti nell’immersione nel contesto linguistico. L’obiettivo è quello di facilitare la conoscenza e l’interazione con il territorio, la cultura e l’arte di Palermo e della Sicilia tutta.
Sono previsti, nel pomeriggio, laboratori di teatro, cucina, cinema, musica, scrittura creativa, arte e cultura regionale, e attività ricreative la sera.

“Italiano e arte”: Il corso di 40 ore prevede sia lezioni in aula che numerose visite didattiche ai capolavori dell’arte palermitana e dell’intera Isola. Il corso sarà tenuto da un docente specializzato sia nella storia dell’arte che nella didattica della lingua. L’obiettivo è fare conoscere una parte importante del patrimonio artistico italiano e far raggiungere agli studenti competenze specifiche nell’uso della microlingua settoriale di ambito storico – artistico preparandoli ad affrontare testi specialistici e lezioni universitarie.

“Perfezionamento di lingua e cultura italiana”: Il corso di 40 ore prevede anche lezioni tenute da ricercatori e docenti universitari su Letteratura, Storia dell’arte, Linguistica dell’italiano contemporaneo. Sono previsti anche un Laboratorio di scrittura e visite guidate.

Info e contatti: Piazza Sant’Antonino, 1 tel. 091/23869601


giovedì 25 ottobre 2012

Palermo: Sportello di consulenza "Orientamento al lavoro e sostegno all'occupabilità" per i migranti presso il CISS di Palermo


 
Il CISS ha attivato uno sportello di accoglienza e accompagnamento alla creazione di impresa per migranti, nell'ambito del progetto "Talenti Integrati" promosso dalla Provincia di Palermo nell'ambito dei Fondi Europeo per l'Integrazione di cittadini di Paesi terzi – Annualità 2011 – Azione 2 "Orientamento al lavoro e sostegno all'occupabilità".
 
Presso lo sportello verranno, inoltre, effettuati colloqui e bilanci di competenze per identificare e selezionare gli utenti di corsi di formazione (sartoria, ceramica e badantato) promossi nell'ambito del progetto.
 
Orari di apertura:
lunedì - ore 10.00/12.00
mercoledì - ore 16.00/17.00
presso la sede CISS di Palermo, via G. Marconi 2/A
 
Per informazioni:
Lita Favetti - l.favetti@cissong.org
Gloria Cipolla - g.cipolla@cissong.org
Pasqua De Candia - p.decandia@cissong.org
tel. 091 6262694
 

mercoledì 24 ottobre 2012

30 ottobre, Palermo: Il sapore del Vietnam. Prima cena vietnamita a Palermo




La prima cena vietnamita a Palermo 
vi aspetta
martedi 30 Ottobre
dalle 20 al ristorante Al Quds
in via Francesco Guardione 19





27 ottobre, Palermo: Trekking culturale urbano. Visita gratuita


SABATO 27 OTTOBRE

TREKKING CULTURALE URBANO

CON VISITE GUIDATE GRATUITE

ITINERARIO ARABO - NORMANNO

Sabato mattina, Legambiente Sicilia propone un itinerario a piedi con visite guidate per riscoprire la Palermo arabo - normanna: si parte alle ore 9,00 dai giardini della Zisa per proseguire poi per la Chiesa Santa Maria Maddalena, San Giovanni degli Eremiti, Palazzo Reale e Cappella Palatina. Dopo una sosta al Giardino pensile di Palazzo Reale, si visiterà la Cattedrale e in chiusura la Chiesa di San Cataldo.
L'itinerario, promosso da Legambiente Sicilia con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Città di Palermo, è realizzato in collaborazione con l'Assessorato regionale dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, la Legione dei Carabinieri Sicilia, la Fondazione Federico II, i Cavalieri del Santo Sepolcro e gli Amici dei Musei siciliani. La partecipazione è GRATUITA.
Gianfranco Zanna, direttore regionale di Legambiente Sicilia commenta così questa prima edizione siciliana: "Il trekking culturale urbano è un'idea, un modello di fruizione diverso, che ha lo scopo di far apprezzare con calma e con gusto il nostro straordinario patrimonio culturale. Abbiamo scelto i siti arabo-normanni per rilanciare la candidatura della città come Patrimonio dell'Umanità, dando un'opportunità per conoscere uno dei tratti storici e architettonici inediti e unici della nostra città. Sarà questa una proposta di visita che riproporremo periodicamente".
“L’iniziativa ha il segno di stimolare il recupero di appartenenza dei cittadini al proprio territorio – dichiara l’Assessore alla Cultura Francesco Giambrone – elemento fondamentale per sostenere sia l’iscrizione alla lista del Patrimonio dell’Unesco che il percorso della candidatura di Palermo a Capitale Europea della Cultura 2019 che l’Amministrazione Comunale ha intrapreso”.

Per informazioni tel. 091.301663

UFFICIO STAMPA
ANTONIO GERBINO - ROSANNA PISCIONE

CELL. 393.9991259 - TEL.091 8431605

press@galleriadartemodernapalermo.it
www.galleriadartemodernapalermo.it


domenica 21 ottobre 2012

Palermo: Campo nomadi palermitano. Una lenta agonia di Giulia Veca


Il 21 giugno scorso, esattamente quattro mesi fa, i neo eletti assessori della giunta Orlando – Barbera, Catania, Ciulla, Evola – incontravano alcuni abitanti del campo nomadi palermitano nei locali del Circolo Didattico De Gasperi, una scuola che prima e meglio delle altre ha saputo offrire accoglienza ai piccoli rom costretti a vivere, a pochi metri di distanza, in baracche di lamiera indegne di qualunque paese civile.
L’incontro, fortemente voluto da entrambe le parti, doveva chiarire reciproci intenti e punti di vista su temi complessi ma ineludibili: la mancanza di lavoro, la difficoltà di accesso agli alloggi popolari, le spaventose condizioni igieniche del campo della Favorita, la povertà in cui da decenni versa la comunità rom.
Nonostante le premesse molto chiare (le casse del comune sono vuote, le graduatorie per le case popolari sono infinite), sembrava possibile realizzare una collaborazione proficua tra i rom e il nuovo volto delle istituzioni. Gli stessi assessori facevano della discontinuità rispetto alla precedente amministrazione un motivo di vanto, sottolineando con forza il carattere innovativo della loro azione politica.
A distanza di quattro mesi da quella riunione, la situazione del campo nomadi e dei suoi abitanti è sempre più sconfortante. 
Mentre passeggio tra i rifiuti e scanso le pozzanghere ripenso all’ipotesi avanzata allora dall’assessore Barbera: creare un orto al campo nomadi, gestito dagli stessi abitanti. Risuona nella mia mente la risata di Marijan – 15 anni, un carattere esuberante – seduto accanto a me durante l’incontro. Un orto dove non esiste neanche l’acqua. Un orto in un pezzo di terra brullo, saturo di rifiuti, molti dei quali tossici. “Mangav songiorno!” aveva risposto Marijan a voce alta: “voglio il permesso di soggiorno!”. Altro che orto.
Probabilmente l’assessore Barbera e i suoi colleghi non hanno mai messo piede in questo luogo; eppure avevano promesso di farlo. 
Dopo i lavori di pulizia compiuti a luglio, la spazzatura ha sommerso nuovamente i pochi abitanti che ancora resistono. È ciò che accade quando si elimina l’effetto e non la causa. 
Ma la sporcizia è solo il più visibile dei problemi. Negli ultimi mesi vanno a braccetto con lei la violenza, la paura e la giustizia “fai da te”: liti selvagge per motivi banali, minacce, raid punitivi, vendette, scritte offensive sulle baracche dei “nemici” e – una cosa che mai avevo visto in tanti anni – reciproche denunce alle forze dell’ordine, con racconti che si riempiono ogni volta di nuovi dettagli, come in un triste telefono senza fili.
Di tutto questo non accuso l’attuale amministrazione; un simile degrado morale e materiale è il risultato di una lunga segregazione, di un abbandono ventennale, di un abbrutimento e di una frustrazione che hanno origini lontane.
Non accuso, ma mi chiedo quando finirà e se qualcosa cambierà. Probabilmente no. Toccherà alle famiglie, giunte ai minimi termini, andar via, sottrarre i bambini alla loro scuola, cercare una vita più dignitosa altrove. A noi, invece, toccherà assistere alla loro lenta agonia senza poter fare nulla.
Sono quasi le sette, inizio a sentire freddo. Prima di uscire dal campo passo da casa di Fatima.
Quest’anno frequenta la prima media e il corredo scolastico è abbastanza costoso. Chiacchieriamo un po’, poi le chiedo se ha bisogno di qualcosa. Mi rassicura: preside e professori hanno provveduto a tutto. Manca solo uno strano oggetto di cui non ricorda il nome. Fruga dentro un armadio zoppo, trova lo zaino, tira fuori il diario e legge: “un goliometro”. È così compita che non ho alcuna voglia di correggerla. Le sorrido, l’abbraccio.
“Va bene, Fatimina, al goliometro ci penso io”.

Fonte: Rompere i pregiudizi > Gruppo Facebook

Nella foto Fatima del Castillo con alcuni bambini del campo di Palermo.
Un omaggio alla maestra Fatima che si è sempre spesa affinché
i bambini del campo palermitano potessero studiare come gli altri:
" I bambini? Hanno uguali diritti, a ogni latitudine."
amava dire...
Non dimentichiamolo e non dimentichiamola.
Tindara Ignazzitto



sabato 20 ottobre 2012

LA RETE PRIMO MARZO RIBADISCE NO AI CIE

LA RETE PRIMO MARZO RIBADISCE NO AI CIE

Dopo l'ennesimo caso di mancata tutela dei diritti dei trattenuti si indice un Sit-in di protesta per lunedì 22 ottobre 2012 davanti al Cie modenese.

La rete Primo marzo è venuta a conoscenza di una ulteriore drammatica situazione umana all'interno del CIE di Modena. Da agosto vi è infatti rinchiuso un giovane sub-sahariano affetto da grave patologia psichiatrica confermata da perizia specialistica, e perciò bisognoso di particolari tutele, ma attualmente tenuto in isolamento in astanteria. In merito al caso specifico il Garante delle persone sottoposte a misure restrittive, Desi Bruno, dopo opportuni accertamenti, ha sollecitato il rilascio del permesso per motivi umanitari ed ha investito del caso l'Assessorato alle politiche sociali, avviando una "stipula di convenzione con L'Usl". La stessa garante, vista la delicatezza della situazione, ha omesso i particolari specifici relativi alla patologia psichiatrica del detenuto di cui"al momento, non si conoscono pregressi di percorsi di cura esterni al Cie" ha dichiarato la Bruno. I consiglieri provinciali del Pd modenese Kyenge, Cigni, Cazzotti e Gozzoli hanno segnalato la situazione con una interpellanza d'urgenza, chiedendo le motivazioni del trattenimento e la precisa situazione giuridica della persona.

Oltre a rappresentare una grave violazione dei diritti umani il caso specifico ci riporta ad alcune domande collaterali sulla garanzia dell'applicazione dei diritti all'interno dei luoghi di detenzione amministrativa. Quanti immigrati vengono trattenuti e lasciati in condizione di abbandono e sofferenza? Quali garanzie al diritto alla cura vengono offerte ai trattenuti nei Cie? Quali sono le caratteristiche formali per dichiarare compatibile al trattenimento un malato privato della libertà personale?

Invitiamo le Istituzioni competenti, Comune, Prefettura, Regione, a fare chiarezza sui fatti e ad adoperarsi per abrogare le leggi vigenti attivando percorsi a tutela dei diritti giuridici, della salute e della libera circolazione di tutte le persone. La Rete Primo Marzo invierà una delegazione di parlamentari al Cie di Modena nel pomeriggio di sabato 20 ottobre per valutare la situazione e indice un sit-in davanti al CIE in via La Marmora, lunedi 22 ottobre dalle ore 9:00 nel quale si darà comunicazione dell''esito della visita di sabato. S'invitano perciò cittadinanza, associazioni e media a partecipare.


--
Cécile Kashetu  Kyenge  

[Comunepalermo] PRESENTATA A PALERMO "INSIDE/OUT - L'ITALIA SONO ANCH'IO"


Si è svolta questo pomeriggio (19 ottobre) a Villa Niscemi la conferenza di presentazione di "Inside/Out l'Italia sono anch'Io". Il Comune di Palermo è stato promotore dell'iniziativa a sostegno della cittadinanza italiana per i cittadini stranieri nati nel nostro Paese e per il diritto di voto, che ha avuto il sostegno dei comuni di Reggio Emilia, Milano, Firenze,  Cagliari, Sassari, Crema e Trieste.

Presenti alla conferenza stampa - tra gli altri - il Sindaco Leoluca Orlando e l'Assessore alla Partecipazione e alla Migrazione Giusto Catania. Da domani a Palermo, lungo via Libertà saranno posizionati 200 manifesti con i volti di cittadini palermitani e stranieri (ci saranno anche quelli del Sindaco Orlando e dell'intera Giunta
Comunale) per chiedere una nuova legge sulla cittadinanza agli stranieri e il diritto di voto. All'iniziativa hanno partecipato 25 fotografi e gli scatti sono stati realizzati nei luoghi simbolo di Palermo. "Poche campagne pubblicitarie rappresentano come questa volta la sintesi dei palermitani – ha detto Leoluca Orlando – che amano coltivare l'unione civile con chi non è di nazionalità italiana ma che vive e lavora nella nostra città. Il nostro impegno è quello di cambiare questa medievale e inaccettabile legge, perché nessuno ha scelto il luogo dove nascere, ma ognuno ha il diritto di avere la nazionalità nel luogo dove è nato. Noi occidentali – ha proseguito Orlando – non saremo mai credibili se non realizzeremo delle leggi affinché altri cittadini possano appartenere alla nazione dove sono nati". L'Assessore Catania ha poi illustrato la realizzazione della campagna pubblicitaria di "Inside/Out l'Italia sono anch'Io" che "avrà l'apice domani mattina (20 ottobre) con la sistemazione dei 200 manifesti che copriranno il tratto da Piazza Vittorio Veneto fino al Teatro Politeama". A tal proposito, Giusto Catania ha aggiunto che sempre domani (20 ottobre) "dalle 12 alle 18, tutti quelli che "vogliono metterci la faccia" a sostegno della campagna, possono farsi fotografare davanti il teatro Politeama". "L'Amministrazione comunale di Palermo – ha concluso Giusto Catania – si pone in una posizione d'avanguardia per il cambio di legge ed è andata oltre con il Sindaco Orlando che intende conferire la cittadinanza palermitana agli stranieri che risiedono e lavorano in città anche con la possibilità del voto per le consultazioni Amministrative".


--
-----------------
Ufficio stampa del Comune di Palermo

mercoledì 17 ottobre 2012

18 ottobre, Palermo: L’inclusione sociale e lavorativa dei migranti

Siamo lieti di invitarvi all'incontro che si terrà a Palermo giovedì prossimo 18 ottobre alle ore 10 in via Vincenzo Di Marco 1/B presso la sede delle ong O.S.A ed A.P.A. su "L'inclusione sociale e lavorativa dei migranti – Realtà, sfide e metodologie impiegate dalle organizzazioni di settore in Europa".

Durante tale incontro saranno presentati:

- il progetto della Fondazione D'Harcourt e dell'OIM implementato a Palermo in collaborazione con le ong O.S.A e A.P.A. "Social Inclusion of vulnerable migrants in the Province of Palermo"

- il progetto realizzato attraverso il programma dell'Unione Europea Grundtvig che coinvolge OSA insieme ad altre 7 organizzazioni europee LIME "Learning Town - Learning on Immigrant and Multicultural Education".

Il primo è un progetto pilota volto a sperimentare e sostenere un percorso di accompagnamento a 25 migranti vulnerabili che si trovano nella provincia di Palermo anche attraverso l'offerta di uno stage retribuito della durata di 6 mesi in imprese che adottino politiche aziendali di responsabilità sociale.

Per la diffusione del progetto tra i migranti interessati è auspicabile la collaborazione dei servizi sociali,  servizi per l'impiego, autorità locali, associazioni umanitarie che forniscono assistenza, alloggio o informazioni agli immigrati indigenti e vulnerabili.

Il secondo è un partenariato di apprendimento transnazionale che coinvolge organizzazioni impegnate nel lavoro con i migranti in otto diversi paesi europei: Finlandia, Cipro, Svizzera, Italia, Paesi Bassi, Lettonia, Polonia e Islanda.

All'incontro saranno presenti rappresentanti dell'OIM e rappresentanti e migranti provenienti dalle diverse organizzazioni europee partner con i quali ci si potrà confrontare sul tema dell'inclusione sociale e lavorativa dei migranti nelle diverse realtà dell'Unione Europea. La lingua utilizzata durante l'incontro sarà l'inglese. 

--
Segreteria Ong O.S.A - Organizzazione Sviluppo e integrAzione onlus
via V. Di Marco 1/B - 1/E, 90143 Palermo
Tel.+39 0915501258 - Cell.+39 3939685776 - Fax +39 0916197991
Casella di Posta Certificata: ongosa@pec.it
Contatto Skype: ong.osa
www.ongosa.org


lunedì 15 ottobre 2012

Comunicato stampa Coordinamento Antitratta: Una vittima della tratta si ribella e denunzia il suo carceriere

Comunicato stampa

 

Palermo, 15 ottobre 2012

 

Una vittima della tratta si ribella e denunzia il suo carceriere: il coordinamento Antitratta esprime la sua solidarietà alla donna e al Pellegrino della terra e invita la città a dire forte e chiaro NO alla tratta e allo sfruttamento.

 

Sabato mattina, una ragazza nigeriana, sfuggendo alle percosse e alle minacce del suo "protettore", chiede aiuto al Pellegrino della terra che, con l'intervento immediato della Polizia Municipale, che si trovava sul posto, mette sotto scorta la ragazza e la ricovera all'ospedale.


L'organizzazione criminale della tratta esce allo scoperto e mostra il suo vero volto.

 

Il Coordinamento Antitratta "Favour e Loveth" denunzia all'opinione pubblica l'orrore di una organizzazione che schiavizza e violenta le ragazze, talvolta minorenni, che si ribellano ai loro "protettori" e sollecita le Istituzioni a scendere in campo contro le mafie internazionali che si sono radicate nel nostro territorio.

 

Il Coordinamento nell'esprimere solidarietà alla parte sana della comunità nigeriana e al Pellegrino della terra manifesta apprensione per la ragazza vittima di un sistema criminale pericoloso e disumano.

 

 

Il Coordinamento Antitratta "Favour e Loveth"

 

 


[Comunepalermo] Violenza e tratta. Orlando e Ciulla "Ancora più forti ragioni per iniziativa istituzioni e società civile"civile

"La violenza di cui è stata vittima una giovane nigeriana ch sì è ribellata al sistema della tratta di donne è la prova di quanto urgente, giusta e necessaria sia l'azione delle istituzioni e della società civile contro questo schiavismo moderno e contro ogni mafia che fa commercio di donne, bambini e uomini.

Il Comune e la Polizia Municipale sono stati immediatamente, già da sabato vicini a questa ragazza assicurandole anche in queste ore protezione e lavorando, in raccordo con la Prefettura, per offrirle adeguato supporto anche quando lascerà l'ospedale.

Allo stesso tempo, vogliamo ringraziare il Coordinamento anti-tratta e l'associazione Il Pellegrino della terra per l'importante e delicato lavoro che compiono quotidianamente."

Lo dichiarano il Sindaco Leoluca Orlando e l' Assessore Agnese Ciulla commentando la vicenda della giovane nigeriana vittima sabato di violenza da parte del proprio sfruttatore.

Proprio domani cominceranno le iniziative organizzate dal Comune e dal Coordinamento anti-tratta in occasione della Giornata europea contro il traffico di esseri umani.
Il programma completo può essere scaricato dal seguente link
http://mail.ufficistampa.org/pipermail/comunepalermo_ufficistampa.org/attachments/20121012/abf9b2a9/attachment-0001.pdf

---------------

L'Ufficio stampa del Comune di Palermo
Tel. 393.9629434


_______________________________________________
Comunepalermo mailing list
Comunepalermo@ufficistampa.org
http://mail.ufficistampa.org/mailman/listinfo/comunepalermo_ufficistampa.org



16-19 ottobre, Palermo: Palermo non "TRATTA". Una proposta di iniziative per la città e i cittadini di Palermo in occasione della Giornata Europea contro la tratta di essere umani


Comunicato stampa - con richiesta di massima diffusione

Palermo non “TRATTA”!
16-19 ottobre: una proposta di iniziative
per la città e i cittadini di Palermo

Ogni giorno una moltitudine di giovani donne, molte delle quali minorenni, giovani nigeriane, rumene, etiopi, albanesi, ecc., sono costrette dal mercato delle nuove schiavitù a essere sfruttate nelle strade della nostra città a scopo sessuale.
Le organizzazioni criminali mafiose locali e internazionali hanno intrecciato i loro interessi radicandosi sempre più fortemente nel nostro territorio. Sotto i nostri occhi e nel nostro silenzio si consumano centinaia di tragedie e di violenze.
In occasione della GIORNATA EUROPEA CONTRO LA TRATTA DI ESSERI UMANI che si celebra dal 2007 il 18 ottobre, l'Amministrazione Comunale della Città di Palermo e il Coordinamento Antitratta “Favour e Loveth” vogliono fermamente dire NO ALLA TRATTA DI ESSERI UMANI! Vogliono pubblicamente discutere e far emergere una realtà in continuo mutamento, nascosta o fraintesa troppo spesso nella sua tragica realtà: non di prostituzione si tratta, non di sex workers come le si definiscono, ma di donne, spesso minori, da tutelare in quanto vittime e oggetto di moderne forme di schiavitù!

ALLA TRATTA
ALLE NUOVE MAFIE
E ALLE NUOVE FORME DI SCHIAVITÙ
PALERMO DICE NO!

E vogliamo affermarlo in maniera forte assieme alle istituzioni, al mondo laico e religioso, al mondo dell’associazionismo e degli operatori, che faticosamente e silenziosamente lavorano nelle strade, e assieme a tutti i cittadini palermitani con una settimana intensa di iniziative per la nostra città e i suoi cittadini: per confrontarsi e guardare in faccia i problemi, dando i giusti nomi e trovando insieme gli strumenti giusti e le azioni per affrontarli!

Come dice Isoke Aikpitanyi, che sarà con noi in questi giorni, “la strada è lunga ma non bisogna avere paura”!

Il programma della iniziative è consultabile QUI

Promuovono e organizzano

Comune di Palermo e
Coordinamento Antitratta “Favour e Loveth” di Palermo
a cui aderiscono le seguenti associazioni:

ASGI/Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione, Associazione AMUNI’, Associazione Culturale Gruppo Teatro Totem, Associazione Pellegrino della Terra, Associazione Avvocati di Strada, ARCI-Sicilia, Azione Cattolica Italiana-Arcidiocesi di Palermo, Centro Salesiano Santa Chiara, Centro Siciliano di Documentazione Peppino Impastato, CESIE/Centro Studi di Iniziative Europeo, CGIL, CISS/Cooperazione Internazionale Sud Sud, Comitato antirazzista migranti Cobas, DIARIA Palermo, Forum antirazzista Palermo, IISS “A. Volta”, La Migration-sportello migranti Lgbt - Arcigay Palermo, Laici Missionari Comboniani Palermo, Le Onde, LVIA Palermo, Mezzocielo, Parrocchia S. Antonino, Rete Primo Marzo / Giù le frontiere, Suore Missionarie Comboniane di Palermo, UDI Palermo


domenica 14 ottobre 2012

[Comunepalermo] Palermo non TRATTA. Iniziative della settimana contro la tratta di esseri umani

In occasione della Sesta giornata europea contro la tratta di esseri umani, l'Amministrazione Comunale ha accolto favorevolmente le proposte avanzate dal Coordinamento anti-tratta "Favour e Loveth" di Palermo organizzando un fitto calendario di iniziative che si svolgeranno la prossima settimana e coinvolgono diversi aspetti del fenomeno: quello criminale e dell'interesse delle mafie, quello dell'educazione interculturale e delle politiche di accoglienza, quello della Cooperazione internazionale e della realizzazione di progetti di sviluppo e di aiuto-mutuo aiuto per le vittime della tratta.

Nel corso delle iniziative, che si svolgeranno dal 16 al 19 ottobre, sarà conferita la cittadinanza onoraria alla memoria di due giovani vittime della tratta, Favour Nike Adekunle e Loveth Edward, uccise all'inizio del 2012 a Palermo e a Misilmeri.

Qui è possibile consultare il programma completo delle manifestazioni.


-----------------
Ufficio stampa del Comune di Palermo
Tel. +39.091.7401111 - +39.366.5897317 - +39.366.5897563 - +39.393.9629434

sabato 13 ottobre 2012

21 ottobre, Palermo: Comitato per il diritto al voto ai migranti


In Sicilia ad Ottobre avranno luogo le elezioni regionali, ed ancora una volta ci troveremo ad essere semplici spettatori di una scelta che, inevitabilmente, ricade sulle nostre vite quotidiane. Essere italiano non significa solo lavorare, pagare le tasse e contribuire alla crescita del Paese.

Riteniamo, infatti, che essere parte attiva dell’Italia non implichi soltanto adempiere a dei doveri, ma anche possedere dei diritti. 

Per questo è arrivato il momento di agire in prima persona e farci sentire con maggiore forza, partecipando all’iniziativa che si terrà 

domenica 21 Ottobre dalle ore 10:00 alle ore 18:00

Saranno allestiti 3 seggi elettorali (Borgo Vecchio, Stazione Centrale e P.zza Casa Professa) dove avremo la possibilità di indicare la nostra preferenza e scegliere il candidato presidente della Regione. 

Un atto simbolico, solamente dimostrativo, che ci permetterà, però, di cominciare ad alzare la voce per ricordare che anche noi siamo italiani. 

È necessaria, quindi, la partecipazione di tutti perché quest’iniziativa non rimanga un fatto isolato, ma sia l’inizio di un percorso che abbia come traguardo la conquista del diritto al voto. 

COMITATO PER IL DIRITTO AL VOTO AI MIGRANTI 

Per info contattare: 3275431763 o 3459807117


venerdì 12 ottobre 2012

Università di Palermo: A breve i bandi per i prossimi Master in Didattica dell'italiano come lingua seconda e straniera

A breve saranno pubblicati i bandi per il prossimo Master di I livello in "Didattica dell'italiano come lingua non materna" (il bando per il II livello sarà pubblicato successivamente). Troverete tutte le informazioni necessarie sul sito dell'Ateneo:

http://portale.unipa.it/master/italianolinguastraniera/home/News/news_5.html

Per agevolare le procedure organizzative, pensiamo possa essere utile chiedere agli interessati di compilare un breve modulo di pre-iscrizione che trovate in allegato. Si tratta di un modulo puramente informativo, che serve per orientarci fin da subito sul tipo di utenza e, quindi, programmare in tempo un'offerta formativa più dettagliatamente mirata.
Grazie per la collaborazione.

Molto cordialmente,

Mari D'Agostino

Prof. Mari D'Agostino
Full Professor of Italian Linguistics
Director of the School of Italian as a foreign language
Co-ordinator of the Master in Didactics of Italian as a second language




giovedì 11 ottobre 2012

16-19 ottobre, Palermo: GIORNATA EUROPEA CONTRO LA TRATTA DI ESSERI UMANI Una proposta di iniziative per la città e i cittadini di Palermo


GIORNATA EUROPEA CONTRO LA TRATTA DI ESSERI UMANI
Una proposta di iniziative per la città e i cittadini di  Palermo

L’Amministrazione Comunale della Città di Palermo
 in collaborazione col
Coordinamento anti-tratta “Favour e Loveth” di Palermo

organizzano


MARTEDI 16 OTTOBRE 2012
ore 9.00, Palazzo delle Aquile

Le nuove schiavitù e le nuove mafie: di che si “tratta”?
Incontro con autorità, istituzioni, operatori della società civile, studenti, cittadini

PROGRAMMA


Coordina e modera l’incontro: Nino Rocca, Coordinamento Anti-tratta “Favour e Loveth” di Palermo


L’Istituzione scende in campo contro le nuove mafie emergenti a Palermo. Saluti e introduzione dei lavori di:
Leoluca Orlando, Sindaco della Città di Palermo
Salvatore Orlando, Presidente del Consiglio Comunale della Città di Palermo


h. 09.30 La tratta a Palermo interventi di:

Dott. Vittorio Teresi, Procuratore aggiunto della Procura della Repubblica di Palermo

Dott.ssa Angela Maria Spatola, vice dirigente Ufficio Immigrazione Questura di Palermo

sarà presente il Comandante del Gruppo di Palermo dell’Arma dei Carabinieri, il Colonnello Scandone

h. 10.15 La Carta di Roma. Termini propri e termini impropri: che linguaggio si usa quando (e se) si parla di tratta?
Teresa Di Fresco, Vice presidente dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia

h. 10.30 Traffico di esseri umani e organizzazioni criminali. Dalla Nigeria a Palermo.
Umberto Santino, Centro Siciliano di Documentazione “Peppino Impastato” - Coordinamento Anti-tratta “Favour e Loveth” di Palermo,

h. 10.45 Lavorare alla costruzione di una rete a livello locale e internazionale. Prospettive di lavoro ed esperienze positive internazionali di lotta contro la tratta
Sergio Cipolla, CISS/Cooperazione Internazionale Sud Sud - Coordinamento Anti-tratta “Favour e Loveth” di Palermo

h. 11.00 Uscire dal silenzio: “la strada è lunga ma non bisogna avere paura!”-  Testimonianze di
Isoke Aikpitanyi e Claudio Magnabosco, fondatori dell’associazione “Le Ragazze di Benin City” e di gruppi di auto-mutuo per clienti e per vittime della tratta


I  volti e i suoni dalle strade di Palermo. Testimonianze degli operatori:

·         Reverendo Vivian Wiwoloku, presidente dell’associazione “Il Pellegrino della Terra”
·         Fabrizio Massaro, rappresentante della Chiesa Valdese di Palermo
·         Magda Palumeri, Assistente sociale Opera del Buon Pastore Palermo

Il supporto legale per le vittime di Tratta.
Intervento dell’avvocato Francesco Crescimanno

Interventi degli Assessori:
Agnese Ciulla, Assessore Politiche sociali
Giusto Catania, Assessore alla Partecipazione, Decentramento, Migrazione
Barbara Evola, Assessore alle Politiche educative

 “La scuola non tratta”  Interventi di:
Rosario Leone,  Direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Palermo
Maurizio Gentile, psicologo e -Coordinatore Gruppo H - C.S.A. di Palermo-Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia
Roberto Tripodi, Dirigente scolastico dell’I.I.S.S. “A. Volta”

Alla presenza dei docenti e studenti  dell’I.I.S.S. “A. Volta” che hanno realizzato laboratori sperimentali di educazione contro la tratta di esseri umani

Ore 12.00
Cerimonia di riconoscimento della cittadinanza onoraria da parte del Sindaco, Leoluca Orlando, alle due giovani vittime della tratta Favour Nike Adekunle e Loveth Edward


**********
GIOVEDI 18 OTTOBRE 2012
GIORNATA EUROPEA CONTRO LA TRATTA
DI ESSERI UMANI
 ore 10.00, Istituto “A. Volta”
Via Passaggio dei Picciotti, 1
incontro dibattito
LA SCUOLA NON “TRATTA”
Le nuove schiavitù e le nuove mafie: incontro dibattito su informare e sensibilizzare il mondo della scuola e dei giovani
con:

Maria Luisa Altomonte, Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale

Maurizio Gentile, psicologo e -Coordinatore Gruppo H - C.S.A. di Palermo-Ufficio scolastico regionale per la Sicilia

Roberto Tripodi, Dirigente scolastico dell’I.I.S.S. “A. Volta”

Isoke Aikpitanyi e Claudio Magnabosco, fondatori dell’associazione “Le Ragazze di Benin City” e di gruppi di auto-mutuo per clienti e per vittime della tratta

Nino Rocca, Coordinamento Anti-tratta “Favour e Loveth” di Palermo

Stella Bertuglia, docente e coordinatrice della Commissione per le Pari Opportunità dell’ITIS “A. Volta” di Palermo

Daniela Dioguardi, UDI/Unione Donne Italiane

Saranno invitati i docenti e i Dirigenti scolastici degli Istituti superiori della città di Palermo.

Palermo non “TRATTA”
Ore 19.30, Centro Santa Chiara di Palermo
Piazza  Santa Chiara, 11

Proiezione del film “Le figlie di mami Wata”
a seguire cena sociale a cura del Coordinamento anti tratta di Palermo
con la presenza di Isoke Aikpitanyi e Claudio Magnabosco

“Le figlie di mami Wata”  (65’)
di Giuseppe Carrisi girato tra Italia e Nigeria, con la produzione esecutiva di Butterfly Europe for Africa ONLUS.  Isoke Aikpitanyi ne è protagonista collaboratrice.

Isoke, una giovane nigeriana, è riuscita a far uscire dal giro una ragazza, lei che è stata una “lucciola nera” e ora lotta contro  la tratta. Passando dalla fiction al documentario, si narra la storia di queste giovani donne, seguendole nel viaggio che le porta in Italia, dal deserto ai barconi dei disperati.
Le figlie di Mami Wata è una testimonianza del fenomeno del traffico di ragazze nigeriane dal loro Paese in Italia e del loro sfruttamento a scopo di sfruttamento sessuale.

*****
 Palermo non “TRATTA”
VENERDI 19 OTTOBRE 2012
Ore 18.30, libreria Modus Vivendi

Presentazione del Libro di Isoke Aikpitanyi:

"500 Storie vere sulla tratta delle ragazze africane in Italia"


saranno presenti l’autrice, Isoke Aikpitanyi e Claudio Magnabosco,
modera l’incontro Ottavio Navarra

Per informazioni:
Segreteria Coordinamento anti tratta “Favour e Loveth” Palermo
Tel.: 091/6262694