www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


lunedì 27 settembre 2010

1 gennaio 2011: Scatta il nuovo Accordo di Integrazione, il cosidetto Permesso di soggiorno a punti

ACCORDO DI INTEGRAZIONE



• Destinatari: gli stranieri che entrano per la prima volta nel territorio italiano.


• Stipulazione: presso lo sportello unico o la questura contestualmente alla presentazione della domanda di permesso di soggiorno.


• Durata accordo: due anni.


• Fascia di età: dai 16 ai 65 anni.


• Minori: tra i 16 e i 18 anni l’accordo è sottoscritto anche dai genitori o dai soggetti esercenti la potestà genitoriale. Per i minori non accompagnati affidati o sottoposti a tutela l’accordo è sostituito dal completamento del progetto di integrazione sociale e civile.


• Esclusioni: istanza di permesso di soggiorno inferiore ad un anno; patologie o handicap tali da limitare gravemente l’autosufficienza o da determinare gravi difficoltà di apprendimento linguistico e culturale. Per le vittime di tratta, di violenza o grave sfruttamento, l’accordo è sostituito dal completamento del percorso di protezione sociale.


• Impegni dello straniero: acquisire la conoscenza di base della lingua italiana (liv. A2) e una sufficiente conoscenza della cultura civica e della vita civile in Italia, con particolare riferimento ai settori della sanità, della scuola, dei servizi sociali, del lavoro e degli obblighi fiscali, assolvere il dovere di istruzione dei figli minori; conoscere l’organizzazione delle istituzioni pubbliche.


• Lo straniero si impegna a rispettare i principi della Carta dei valori della cittadinanza e dell’integrazione di cui al Decreto del Ministro dell’Interno 23.4.07 dichiarando di aderirvi. [Scarica la Carta in Italiano]


• Lo Stato sostiene il processo di integrazione dello straniero attraverso l’assunzione di ogni idonea iniziativa e comunque, entro un mese dalla stipula dell’accordo, assicura allo straniero la partecipazione gratuita ad una sessione di formazione civica e di informazione sulla vita civile in Italia, a cura dello sportello unico, di durata tra le 5 e le 10 ore.


• Monte crediti iniziale pari a 16 crediti, di cui 15 possono essere sottratti in caso di mancata frequenza alla sessione di formazione civica.


• Incremento dei crediti:


- acquisizione di determinate conoscenze (es: la conoscenza della lingua italiana, della cultura civica e della vita civile in Italia);


- svolgimento di determinate attività (es.: percorsi di istruzione e formazione professionale, conseguimento di titoli di studio, iscrizione al servizio sanitario nazionale, stipula di un contratto di locazione o acquisto di un’abitazione, svolgimento di attività di volontariato).


• Decurtazione dei crediti:


a) condanna penale anche non definitiva;


b) sottoposizione a misure di sicurezza personali anche in via non definitiva;


c) commissione di gravi illeciti amministrativi o tributari.


• Soglia di adempimento: conseguimento di 30 crediti.


• Verifica da parte dello sportello unico per l’immigrazione sulla base della documentazione prodotta dallo straniero il quale, in caso di assenza di idonea documentazione, può svolgere un apposito test, a cura dello sportello unico, inerente la conoscenza della lingua e della cultura civica.


• Esiti della verifica:


a) estinzione dell’accordo per adempimento = 30 crediti, livello A2 lingua e sufficiente conoscenza cultura civica;


b) possibilità di fruizione di attività culturali e formative premiali a carico del Ministero del Lavoro = 40 o più crediti;


c) proroga annuale dell’accordo = crediti inferiori a 30;


d) risoluzione dell’accordo ed espulsione dello straniero, fatta eccezione per le ipotesi in cui l’espulsione non sia possibile a norma di legge = crediti pari o inferiori a zero;


e) diniego di rinnovo o revoca del permesso di soggiorno = inadempimento dell’obbligo scolastico da parte dei figli minori, salvo la prova di essersi adoperato per garantirne l’adempimento.


• Istituzione di un’anagrafe nazionale degli intestatari degli accordi di integrazione presso il Dipartimento per le Libertà civili e l’immigrazione

________________________

Per maggiorni informazioni consultare anche
Il testo dell'accordo
Il regolamento
Cosa dà punti (allegato B)
Cosa fa perdere punti (allegato C)


Bookmark and Share

domenica 26 settembre 2010

1 ottobre, Palermo: Inaugurazione mostra "Non c'é pace senza cooperazione tra i popoli"



Cooperazione Internazionale Sud Sud




vi invita all'inaugurazione della mostra fotografica

'Non c’è pace senza cooperazione tra i popoli'

Venerdì 1 ottobre 2010 ore 18.30

presso il Piccolo Teatro Patafisico
via Sant'Agata alla Guilla n.18 - Palermo

Ci rendiamo conto delle guerre e dei loro drammi solo quando, sempre più spesso, i “rottami” di queste guerre entrano nella nostra vita, sotto forma di rifugiati politici, di flussi migratori, di minacce terroristiche. Le Organizzazioni Non Governative sono espressioni della società civile che si impegnano quotidianamente nella cooperazione allo sviluppo per favorire il dialogo tra i popoli e costruire percorsi di sviluppo equo e sostenibile.

La mostra fotografica si propone come strumento di riflessione a partire dal linguaggio universale dell'immagine, esprimendo l'emozione diretta che ciascuno dei nostri operatori prova nel suo lavoro.

Abbiamo scavato nei nostri archivi scegliendo fotografie prodotte non solo da occhi esperti, ma anche da operatori della cooperazione desiderosi di fermare in uno scatto le realtà di conflitto che toccano con mano. Nel lavoro di queste persone non c’è la sterile presunzione di “essere nel giusto”, ma la piena consapevolezza dei limiti dei nostri interventi. Quella di risolvere i conflitti è una sfida che richiede non solo risorse tecniche e finanziarie importanti, ma anche strumenti culturali forti, capaci di comprendere le ragioni altrui e di affrontare non solo i sintomi, ma le cause strutturali delle crisi.

Un invito a tutti, quindi, perché grazie alle immagini e alle parole che proponiamo sia possibile riflettere sulla pace e sulla guerra, sulla giustizia e sull'ingiustizia, sui diritti e sulla violenza. Con una certezza: non è possibile promuovere processi di pace senza una vera cooperazione tra i popoli, senza un sincero dialogo, senza una mutua comprensione dei diritti altrui.

La mostra sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì ore 10.30/12.30 e 16.00/19.00, fino a giovedì 7 ottobre 2010.

Sarà possibile prenotare la visita per classi di alunni delle scuole secondarie, contattando: Rossella Pizzuto
CISS - Cooperazione Internazionale Sud Sud
via Marconi, 2/a - 90141 Palermo
tel. (+39) 091.6262004
e-mail: r.pizzuto@cissong.org

Ai visitatori (insegnanti o operatori sociali) sarà distribuita gratuitamente la Pubblicazione "Non c'è pace senza cooperazione - Percorso didattico ad uso di insegnanti delle scuole secondarie".

La Mostra è stata realizzata all’interno del progetto “Campagna nazionale sulla cooperazione quale strumento per la risoluzione dei conflitti”, in partenariato con le ONG del COCIS - Coordinamento delle Organizzazioni non Governative per la Cooperazione Internazionale allo sviluppo e finanziato dal Ministero degli Affari Esteri.

----

Claudia Cassina
Settore Comunicazione
CISS - Cooperazione Internazionale Sud Sud
Via G. Marconi, n.2/a - 90141 Palermo
Tel. (+39) 091.6262004
http://www.cissong.org/
e-mail: c.cassina@cissong.org


28-30 settembre, Palermo: Scrittori, analfabeti, mappe e storie avventurose a proposito di editoria critica e precariato intellettuale

Abbiamo il piacere di segnalarVi il ciclo di incontri ed eventi che si terrà a Palermo nei giorni 28, 29 e 30 settembre

28/30 settembre 2010
scrittori, alfabeti, mappe
e storie avventurose
a proposito di editoria, critica
e precariato intellettuale
incontri, proiezioni, discussioni

Navigando a vista, tra polemiche, appiattimento e proposte, cerchiamo di tracciare un modello nuovo per l’editoria italiana, che sappia riconoscere il valore della bibliodiversità, del consumo critico (e intransigente) delle lettere, del lavoro degli indipendenti (editori e librai).



























PROGRAMMA

martedì
28/09/2010
h. 20,30

N’Zocché, associazione culturale
via Ettore Ximenes 95

Italia al bivio
Presentazione della rivista «alfabeta2»
discussione tra Andrea Cortellessa, Gianfranco Marrone e Matteo Di Gesù
modera/introduce Titti De Simone
dibattito aperto con gli editori, librai, associazioni
e precariato della conoscenza


mercoledì
29/09/2010
h. 20,00

cinema Rouge et Noir
piazza Verdi, 82, Palermo
tel. 091 324651

Senza scrittori
proiezione del film documentario di Andrea Cortellessa e Luca Archibugi (Rai Cinema, 2010)
Andrea Cortellessa discute con Beatrice Agnello, Giancarlo Alfano, Davide Dalmas, Domenico Scarpa e Matteo Di Gesù


giovedì
30/09/2010
h. 18,30

Libreria Modusvivendi
via Quintino Sella, 79
tel. 091 323493
info@modusvivendi.pa.it

Scritture e luoghi della critica letteraria
due presentazioni incrociate
Giancarlo Alfano, Paesaggi, mappe, tracciati, Liguori
Domenico Scarpa, Storie avventurose di libri necessari, Gaffi Ed.
con Giancarlo Alfano e Domenico Scarpa

modera/introduce Fabrizio Piazza


Organizzatori:
N’Zocché, associazione culturale
Gli Amici di Oblomov, associazione culturale
Libreria Modusvivendi
:duepunti edizioni

Partner tecnico:
Cinema Rouge et Noir
piazza Verdi, 82, Palermo
tel. 091 324 651

Segreteria organizzativa:
Modusvivendi (tel. 091 323493)
N’Zocché (nzocchee@gmail.com)



sabato 25 settembre 2010

Prem Rawat, messaggero di pace per la regione Basilicata

For most of his life, Prem Rawat has been bringing a message of peace and hope to people everywhere, from simple villages to large metropolitan areas, from prisons to opera houses, from small gatherings to large arenas. His message has reached millions more through video, television broadcasts, and the Internet. TPRF helps to make Prem Rawat’s message of peace widely available by sponsoring some of his addresses and producing webcasts, DVDs, and a variety of print material.

Da molto tempo, Prem Rawat porta alle persone di tutto il mondo un messaggio di pace e di speranza, in piccoli villaggi e grandi metropoli, prigioni e teatri d'opera, piccoli incontri e grandi conferenze. Il suo messaggio è stato ascoltato da milioni di persone attraverso videoconferenze, trasmissioni televisive ed internet. The Prem Rawat Foundation sostiene il lavoro di Prem Rawat facendo sì che il suo messaggio di pace raggiunga le persone attraverso la produzione di trasmissioni via Web, DVD e una vasta selezione di materiali in formato cartaceo.

Prem Rawat a Potenza, Italy

Prem Rawat received the honorary title of "Ambassador of Peace" for the region of Basilicata, Italy.

Prem Rawat ha ricevuto il titolo onorifico di "Ambasciatore di Pace" per la regione Basilicata, Italia.

"Peace is not about giving away you responsability. Peace is not about becoming a vegetable. Peace is not about living on some mountain. Peace is to accept our responsabilities, our everyday responsabilities and at the same time have a reason from the heart to smile. People say: "What is peace? What is peace? What is peace?" You want to hear my definition of peace? I have a definition of peace too, you know... I do. My definition of peace is this: peace is the perfume of god. And I do not mean it... I mean it in the sense of that a god that is not bound by a religion, but a god for everyone. And when you are close to that god, you smell a perfume. And it is... divine? Of course... And this is peace."

"Pace non vuol dire rinunciare alle proprie responsabilità. Non vuol dire diventare un vegetale. E non significa andare a vivere su una montagna. Pace vuol dire accettare le proprie responsabilità, le responsabilità quotidiane e, allo stesso tempo, avere un motivo per sorridere, con il cuore. Ci si chiede sempre: "Cos'è la pace? Cos'è la pace? Cos'è la pace?" Volete sapere qual è la mia definizione di pace? Anch'io ne ho una... Ed è la seguente: la pace è il profumo di dio. Non nel senso di un dio collegato a una religione particolare, ma nel senso del dio che appartiene ad ogni persona. Quando siamo vicini a quel dio, da noi promana un profumo... divino? Sì, divino. Questa è la pace."

[libera traduzione dall'inglese di Tindara Ignazzitto]

Per ascoltare il video della conferenza di Prem Rawat a Potenza
cliccare su questo link

Fonte: tprf.org

1 ottobre, Palermo: corso di lingua russa per principianti

Общество СИЦИЛИЯ-РОССИЯ

Associazione SICILIA-RUSSIA

Via Nunzio Morello,3

1 ottobre 2010 alle ore 18.00
inizia il corso di lingua russa
per principianti

Iscrizioni ogni giovedì , ore 17-19
o per e-mail: info@sicilia-russia.it
sito WEB: http://www.sicilia-russia.it/

mercoledì 22 settembre 2010

5 e 18 ottobre, Palermo: Corso di scrittura accademica per studenti, dottorandi, visiting professor stranieri dell'Università di Palermo e Open Day sull'esame CILS Certificazione di Italiano per Stranieri




La Scuola di Lingua italiana per Stranieri organizza un

corso di scrittura accademica


specificamente rivolto a studenti, dottorandi, visiting professor stranieri dell’Ateneo di Palermo.

Il corso, della durata complessiva di 40 ore, si terrà tutti i martedì e i giovedì dalle 16.30 alle 19 presso la sede della Scuola, a piazza Sant’Antonino e avrà inizio il prossimo 5 ottobre.

Si precisa che il corso è riservato a studenti con una competenza della lingua pari al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento ed è completamente gratuito

Per iscriversi é necessario inviare una mail all’indirizzo scuolaitalianostranieri@unipa.it  con i propri dati anagrafici (nome, cognome, indirizzo e-mail, numero di telefono, nazionalità, facoltà di riferimento, altro).

La Scuola comunica, inoltre, che tutti gli studenti stranieri possono usufruire di un corso gratuito di Lingua e Cultura italiana della durata di 40 ore da seguire nell’arco di tutto l’anno accademico.

Per informazioni sui corsi di lingua attivi si veda il sito della scuola http://www.itastra.unipa.it/

Fonte: AteneoNews


----------------------------------------


Si informa che è già possibile iscriversi all'esame CILS Certificazione di Lingua Italiana per Stranieri.

Per informazioni scrivere a scuolaitalianostranieri@unipa.it specificando nell'oggetto "esame CILS dicembre 2010".

La CILS è un certificato che misura il livello di competenza linguistico-comunicativa in italiano come lingua straniera. La Certificazione CILS è rilasciata dall'Università per Stranieri di Siena ed è riconosciuta dallo Stato italiano in base a una convenzione con il Ministero degli Affari Esteri.

La Scuola di Lingua Italiana per Stranieri dell'Università di Palermo è centro ufficiale di esami convenzionato con l'Università per Stranieri di Siena.

Gli esami CILS si svolgono a Palermo

Per sostenere l'esame non è necessario frequentare nessun corso di italiano, ma avere una competenza adeguata per il livello scelto (A1-A2 elementare; B1-B2 intermedio; C1-C2 avanzato).

Le iscrizioni alla CILS devono essere concluse

entro il 22 ottobre 2010

Al seguente link è possibile trovare delle prove d'esame per esercitarsi e verificare il livello da scegliere.

Per informazioni sull'esame CILS (su appuntamento), chiamare il numero 09123869601 oppure contattare la Prof.ssa Tindara Ignazzitto all'indirizzo scuolaitalianostranieri@unipa.it

Il giorno 18 ottobre si terrà presso la sede della Scuola di Piazza Sant'Antonino 1 (Università di Palermo) un

Open day dedicato alla CILS

Verrà offerta la possibilità di simulare alcune delle prove di esame delle passate edizioni.




22 settembre, Palermo: Incontro di presentazione del Laboratorio teatrale secondo il metodo del Teatro dell'Oppresso "Anime Migranti" rivolto a Migranti e Italiani



Quando: 22/09/2010



Ore: 18.00

Dove: Centro Santa Chiara, Piazza S. Chiara - Palermo

Persona di riferimento: Rossella Pizzuto

Indirizzo e-mail per contatti:

Recapito telefonico per contatti: 0916262004


Cooperazione Internazionale Sud Sud

vi invita al

Laboratorio Teatrale Anime Migranti

Il laboratorio teatrale “Anime migranti”, della durata di 60 ore, avrà luogo presso i locali del Centro Santa Chiara a Palermo e sarà curato da Sergio Di Vita.

L’obiettivo di “Anime migranti” è creare un gruppo che, attraverso lo strumento del teatro dell’oppresso, possa dialogare sull’esperienza del viaggio e della migrazione attraverso gli occhi ed il quotidiano dei suoi partecipanti.

Tutti gli interessati, purché maggiorenni, sono invitati a partecipare all’incontro di presentazione del laboratorio teatrale che si terrà mercoledì 22 settembre 2010 alle ore 18.00, presso il Centro Santa Chiara, piazza S. Chiara - Palermo.

Durante l’incontro verranno concordati orari e giorni del laboratorio.

L’iscrizione è gratuita, è richiesta una conoscenza base della lingua italiana e verrà rilasciato un certificato di partecipazione.

Per ulteriori informazioni e pre-iscrizioni:

Rossella Pizzuto
CISS – Cooperazione Internazionale Sud Sud
Via G. Marconi 2/A - Palermo
e-mail: r.pizzuto@cissong.org
Tel. 0916262694 - 0916262004

L’iniziativa viene realizzata nell’ambito del progetto “Il Labirinto”, finanziato dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali. Il progetto ha lo scopo di promuovere e diffondere la cultura di origine dei migranti, favorendo l’incontro e l’integrazione fra mondi diversi. 'Il labirinto' promuove la cultura e i diritti come fattori di sviluppo economico e di integrazione sociale.

Capofila del progetto è il COCIS - Coordinamento delle Organizzazioni non Governative per la Cooperazione Internazionale allo sviluppo, di cui il CISS fa parte.

“Chi viaggia senza incontrare l'altro, non viaggia, si sposta”
Alexandra David-Néel

18 dicembre, Palermo: "Esserci e non esserci" su Migranti e Diritto d'asilo - Prima giornata


Amnesty International in Sicilia. Impegnati per i Diritti Umani.

presenta ESSERCI E NON ESSERCI - PRIMA GIORNATA
Strumenti di Conoscenza e Prassi Operative sul tema:
Migranti e Diritto D’asilo



18 DICEMBRE 2010
9.00 - 13.00

Luogo Addaura Hotel Residence Congressi

Lungomare Cristoforo Colombo, 4452

Palermo, Italy

(Corso di formazione in servizio a carattere regionale per il personale docente a i sensi dell’Art. 5 della Direttiva Ministeriale n. 90 del dicembre 2003. Riconosciuto con decreto del MIUR U.S.R. per la Sicilia - Prot. N. 18844 del 25 Agosto 2010 e promosso da Amnesty International Sezione Italiana, soggetto accreditato/qualifi...cato per svolgere formazione del personale della scuola con Decreto del MIUR del 22 luglio 2010)
Corso di Formazione per Docenti di Scuola Secondaria di I e II grado

________________________________________________________
Premessa/Motivazioni
Nell’ambito del proprio impegno per la protezione dei Diritti Umani, Amnesty International ha sempre offerto particolare attenzione alla condizione dei rifugiati, dei richiedenti asilo, dei migranti regolari e irregolari, mettendone in luce le condizioni di vita nel paese di origine o nei luoghi di permanenza e assistenza temporanea. Le politiche di accoglienza e di integrazione dei migranti rappresentano un elemento qualificante anche nella prospettiva delle scelte e delle opportunità. Da questo punto di vista lo studio sui migranti rappresenta una sfida operativa in ambito scolastico dove anche le Indicazioni Nazionali fanno riferimento alla necessità di approfondire l’ambito tematico “Cittadinanza e Costituzione” che fino allo scorso anno si esprimeva in un generico “Educazione alla Legalità” o “Educazione Civica”. Sebbene la percezione del fenomeno m per Docenti di igratorio sia palese a tutti, la conoscenza concreta e approfondita del tema dei migranti e del diritto d’asilo risulta ancora parziale nella sfera di applicazione del lavoro dei docenti.

Proprio la scuola rappresenta il luogo privilegiato di formazione dei nuovi cittadini, di crescita morale e intellettuale di ogni individuo e di incontro con l’altro, ma a volte non possiede strumenti adeguati per formare insegnanti, studenti e studentesse ad affrontare le nuove sfide poste dai mutamenti sociali, politici e culturali in corso.

Per tali ragioni, Amnesty International – Circoscrizione Sicilia ha deciso di promuovere un percorso formativo di conoscenza, che possa rappresentare una opportunità di crescita umana e culturale per i docenti, con la creazione e la condivisione di strumenti didattici che aiutino i docenti stessi a sviluppare nei propri studenti una maggiore consapevolezza delle violazioni dei diritti umani nel mondo, in riferimento alla situazione dei migranti di ieri e di oggi.

“Esserci e Non Esserci” vuole rappresentare il focus attraverso il quale prendere consapevolezza della difficoltà di integrazione e di inclusione di gruppi etnici provenienti da diversi paesi, così da trasformare il puro sintagma in occasione di studio, di indagine, di analisi, al fine di individuare percorsi didattici adeguati ad una comunità interraziale in cui i Diritti Umani siano fondamenti di civiltà.

Finalità e obiettivi
Il corso intende promuovere le seguenti finalità:

• Educazione alla cooperazione e alla solidarietà. La cultura cooperativa è infatti particolarmente efficace per costruire quel complesso di rapporti di fiducia, collaborazione e sicurezza, che sono la base fondamentale della stabilità e dello sviluppo della società civile.

• Opportunità per gli insegnanti di far sperimentare ai loro studenti il metodo di lavoro cooperativo, che si fonda sui valori della democrazia, dell'uguaglianza, dell'equità, della solidarietà e sui valori etici dell'onestà, della trasparenza, della responsabilità sociale e dell'altruismo.

• Se i giovani sperimentano il metodo cooperativo più facilmente potranno, da adulti, impegnarsi concretamente nella gestione del patrimonio della collettività, nell'amministrazione della cosa pubblica, nelle iniziative di solidarietà sociale e, più in generale, nel saper gestire, in collaborazione con altri, qualunque iniziativa, sia essa economica o meno, volta alla promozione umana e sociale.

E i seguenti obiettivi:

• Conoscere i diritti umani attraverso i diritti dei migranti
• Conoscere la cultura dell’altro da me
• Riflettere sugli stereotipi
• Riflettere sul concetto di inclusione sociale
• Conoscere la materia legislativa in merito al fenomeno migratorio
• Acquisire una coscienza collettiva solidale, aperta al dialogo, alla cooperazione e allo scambio tra culture diverse, che non lasci spazio a forme di intolleranza e di discriminazione
• Riconoscere la relatività del proprio punto di vista culturale ed assumere atteggiamenti dialogici e di apertura
• Comprendere che viviamo in una società multiculturale, fatta di mosaici etnici in cui la diversità, intesa nella sua pluralità, è la norma piuttosto che l'eccezione
• Riflettere sulla relazione tra necessità e diritto
• Applicare la didattica laboratoriale allo studio del fenomeno migratorio.

Destinatari
Docenti di Scuola Secondaria di I e II grado

Metodologia di lavoro
L’attività sarà incentrata attorno ai partecipanti con l’utilizzo di metodologie differenti in relazione ai moduli proposti. Si alterneranno, quindi:


- Conferenze e Seminari


- Laboratori/esercitazioni


- Studio di casi


- Uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione

L’intento è quello di promuovere la partecipazione dei corsisti attraverso il metodo deduttivo e induttivo, maieutico e operativo, attraverso attività non formali e informali, attraverso l’utilizzo di strumenti multimediali e l’alternarsi di momenti di studio, di discussione e laboratoriali, così da rendere dinamico il percorso di conoscenza. In particolare si proporranno attività laboratoriali, a gruppi scelti, nelle quali esplorare il campo della ricerca applicato alla didattica.

Si farà uso di vari strumenti tra i quali bibliografie specifiche; materiali audiovisivi, siti web. Inoltre, saranno messi a disposizione di tutti i partecipanti alcuni dei materiali di Amnesty International.

Verifica e valutazione:


- Test di monitoraggio individuale all’inizio del corso;


- Test di monitoraggio individuale durante il corso;


- Test di verifica a fine corso : compilazione e discussione

Periodicità
Iniziale, Intermedia, Finale: per valutare i bisogni e le aspettative, le conoscenze apprese e le competenze acquisite, il livello di gradimento del corso, per monitorare i commenti e i suggerimenti.
Al termine del percorso i documenti prodotti dai relatori e quelli elaborati dai corsisti verranno raccolti e pubblicati sul sito web di Amnesty International, costituendone gli Atti del corso.

Date di svolgimento delle attività
18 dicembre, 21 e 22 gennaio 2011, 25 e 26 febbraio 2011

Programma e Calendario dei lavori
Il corso è articolato in 20 ore suddivise in 5 giornate ed è così strutturato

18 dicembre 2010

9:00 – 13:00
(modulo sui diritti umani e sulla situazione dei migranti)

9:00 Saluti della Responsabile Circoscrizione Sicilia - Amnesty International

9:15 Introduzione e presentazione del corso da parte del Direttore del corso

9:30 -10:30 Diritti Umani e fenomeni migratori
(Sonia Raffa)

10:30 – 11:30 I migranti e gli Immigrati (in Italia) – studio di casi
(Javier Gonzalez Diez)

11:30 – 11:45 pausa

11:45 –13:00 Visione del documentario “Come un uomo sulla Terra” di Amnesty International

Discussioni e approfondimenti
Modera Vito Campo
(vice responsabile di Amnesty International- Circoscrizione Sicilia)


21 gennaio 2011

15:00 – 19:00 (modulo storico-letterario)


15:00 – 16:30 Nostra Patria è il mondo intero. Storia dell’emigrazione siciliana. - con scene tratte dal film “Nuovo Mondo” .


(Santo Lombino )


16:30 – 16:45 pausa


16:45 – 18:00 Parole migranti – con scene tratte dal film “Il pianista sull’Oceano” e dal documentario o l’opera teatrale “La Spartenza” di Bordonaro.


(Nicola Grato)


18:00 – 19:00 Discussioni e approfondimenti


Modera: Vito Campo


22 gennaio 2011
9:00 – 13:00 (modulo di carattere socio-antropologico)


9:00 – 10:15 Migrazioni forzate e nuove schiavitù nel XXI secolo
(Marco Pirrone)


10:15 –11:15 Processi di inclusione sociale dei migranti in Italia (razzismo e discriminazioni)
(Grazia Naletto)


11:15– 11:30 pausa


11:30 – 12:30 Minoranze etniche Rom tra discriminazione sociale e pregiudizio
(Elisabetta Di Giovanni)


12:30 – 13:00 Discussioni e approfondimenti.


Modera: Vito Campo


25 febbraio 2011

15:00 – 19:00 (modulo giuridico)


15:00 – 16:15 La Normativa nazionale in materia di ingresso irregolare ed allontanamento forzato
(Fulvio Vassallo Paleologo)


16:15 – 17:15 Standard internazionali e regionali sui Diritti Umani rilevanti in materia di immigrazione e asilo
(Giusi D’Alconzo)


17:15 – 17:30 pausa


17:30 – 18:30 Il diritto d’Asilo
(Stefano Pratesi)


18:30 – 19:00 Discussioni e approfondimenti
Modera Vito Campo


26 febbraio 2011

9:00 – 13:00 (modulo di carattere didattico)


9:00 – 10:15 Il tema delle migrazioni nella progettazione di un curricolo verticale: perché e come
(Marina Medi)


10:15 - 10:30 pausa


10:30 – 12:30 Laboratori didattici:


1) Progettazione e costruzione di una Unità di Apprendimento
(Renata Toninato)


2) Le migrazioni dal II all’VIII secolo: un percorso didattico per la scuola secondaria di I grado
(Luigi Tinè)


3) Viaggi e Miraggi
(Michele Ammirata)


12:30 – 13:00 Discussioni in plenaria
Modera Vito Campo

Nominativo e qualifica del direttore responsabile del corso:
Daniela Conte

Referente Educazione ai Diritti Umani, Amnesty International – Circoscrizione Sicilia. Insegnante di Lettere nella scuola secondaria di I grado, è stata Referente Pari Opportunità, Referente alla Legalità e ha lavorato alla progettazione e al coordinamento di progetti sui Diritti Umani. Ha lavorato come docente esperto in un progetto PON FSE annualità 2008-2009 Obiettivo C Azione 1 dal titolo “Diritti in gioco”.

Nominativi e qualifiche dei relatori:

JAVIER GONZÀLEZ DÌEZ. Dottorando di Ricerca in Antropologia culturale presso l’Università di Torino e membro della Missione Etnologica Italiana in Africa Subsahariana (Ministero degli Affari Esteri). E’ collaboratore del Centro Piemontese di Studi Africani e dell’Istituto di Studi storici GaetanoSalvemini di Torino. Si è occupato di religioni e riti funebri in contesto migratorio, pubblicando Religioni e immigrazione a Torino. Un’indagine antropologica (assieme a C. Pennacini, Torino, 2006). Attualmente svolge ricerche fra le popolazioni Fang del Gabon sui temi del simbolismo, della terapia e dell’anti-stregoneria. E' stato docente invitato presso i corsi di Interculturalità e di Legislazione Europea dell'Immigrazione presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell'Università di Catania (sede di Ragusa).


SONIA RAFFA. Formatrice, si è laureata in Giurisprudenza ed è abilitata all’attività forense, specializzata in gestione del conflitto. Attivista per Amnesty International dal 2005 con vari incarichi: Referente EDU circoscrizione Calabria. Membro della Commissione Diritti Umani e Società.


ELISABETTA DI GIOVANNI. Ricercatrice e Docente di Antropologia (BHA, PhD, Post-Doc) . Dipartimento Ethos - Facoltà di Scienze della Formazione. Università degli Studi di Palermo.


NICOLA GRATO. Insegnante di materie letterarie nella scuola secondaria di I grado, è drammaturgo della “Compagnia Teatro del Baglio” di Villafrati, per la quale compagnia, insieme con Santo Lombino e per la regia di Enzo Toto, ha scritto La spartenza da Tommaso Bordonaro (2005) e una trilogia da Horcynus Orca di Stefano D’Arrigo (2007, 2008, 2009). Ha pubblicato presso la rivista “Labor” due articoli su Lucio Piccolo (2000) oltre a un saggio sulla lingua delle scritture d’emigrazione e in particolare su Tommaso Bordonaro nel volume di scritti Lasciare una traccia per l’editore Adarte di Palermo (2009). Nel 2009 è uscita la sua prima raccolta poetica dal titolo Deserto giorno, La Zisa editore.


SANTO LOMBINO. Insegnante di storia e filosofia nei licei statali a Palermo, si occupa di memorie autobiografiche, storia e letteratura dell’emigrazione, didattica della storia. Ha insegnato presso la facoltà di lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Palermo. Ha collaborato a quotidiani, periodici, siti on-line, emittenti radiofoniche e ha composto testi teatrali, redatto la progettazione e curato mostre etno-antropologiche, fotografiche e documentarie, organizzato convegni e seminari di studio, fatto parte di commissioni giudicatrici di concorsi letterari. Ha fondato e presieduto il “Centro iniziative culturali”(1983-2009). E’ nel comitato direttivo dell’Università popolare di Bolognetta.


RENATA TONINATO. Insegnante di scuola secondaria di primo grado, volontaria in Amnesty International dal 1988. All’interno dell’associazione ha svolto l’incarico di referente per le attività di EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI nelle scuole e di coordinatore nazionale nel Coordinamento Bambini/Minori. Ha partecipato come relatore a corsi ed incontri di formazione e aggiornamento. E’ stata referente di Amnesty International per progetti regionali tra cui il progetto “Passaporto europeo contro il razzismo” (1996/1998) e al progetto di “Sensibilizzazione degli studenti del Veneto in materia di diritti umani e cultura di pace” nel 2001 curato dal Dirigente Tecnico Dott. Michele di Cintio, della Direzione Regionale del Veneto. Ha pubblicato percorsi didattici per conto di Amnesty International.


MARINA MEDI ha insegnato italiano e storia nelle scuole superiori. Per quattro anni ha lavorato in Nicaragua ad un progetto di cooperazione allo sviluppo con il Ministero dell'Educazione di quel paese. Attualmente si occupa di ricerca didattica e di formazione degli insegnanti dell'area geo-storico-sociale. E' membro del direttivo dell'associazione per insegnanti di storia IRIS (Insegnamento e Ricerca Interdisciplinare di Storia), del Comitato scientifico della Rete lombarda Ellis (Educazioni, Letterature e Musiche, Lingue, Scienze storiche e geografiche) e socia di Clio 92. In relazione alle Educazioni trasversali (Interculturale, allo sviluppo, alla pace , ai diritti ecc) ha collaborato e collabora con l'Irrsae Lombardia, il Cres Mani Tese, il Centro “tante tinte” di Verona e altre o.n.g. Ha pubblicato diversi scritti su questi temi.


FULVIO VASSALLO PALEOLOGO. Insegna Diritto privato e Diritto di asilo e statuto costituzionale dello straniero presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Palermo, presso la quale svolge Seminari e partecipa a diversi Master in materia di immigrazione ed asilo. È componente del Collegio del Dottorato in "Diritti umani: evoluzione, tutela, limiti" presso il Dipartimento studi su Politica, diritto e società dell'Università di Palermo. È Componente del Consiglio direttivo e collaboratore dell'ASGI (Associazione studi giuridici sull'immigrazione), opera attivamente nella difesa dei migranti e dei richiedenti asilo, collaborando con diverse Organizzazioni non governative.


GRAZIA NALETTO. Presidente di Lunaria. Si è laureata a Pisa in Scienze Politiche con una tesi di storia moderna sulle politiche italiane dell’emigrazione di fine ‘800. Studia da tempo gli aspetti sociali, culturali e politici connessi all'immigrazione che ha trattato in varie pubblicazioni. La lotta contro il razzismo è al centro delle sue attività di ricerca e del suo impegno sociale. Dal 1995 ha svolto attività di ricerca sul tema delle politiche pubbliche di inclusione degli stranieri.


STEFANO PRATESI. Dottore in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con una tesi in Filosofia del diritto dal titolo “Il problema dei diritti umani nella pluralità delle culture”, Dottore di ricerca in Scienze Bioetico-Giuridiche e Diritti Umani presso l’Università degli Studi di Lecce; tema di ricerca: “I diritti delle generazioni future: problemi bioetico-giuridici”; frequenza nell’anno accademico 2004 come alumno extraordinario del dottorato in Ciencias Juridicas presso Universidad Catolica Argentina (UCA). Progettazione del dottorato internazionale in “Ciencias politicas y sociales internacionales” attivo dall’a.a. 2009-2010 in convenzione con l‘Università degli studi di Teramo e l’Universidad Mundial di La Paz (BJS - Mexico).


MICHELE AMMIRATA. Psicologo, da anni è impegnato nella terzo settore, dove si occupa di promozione sociale e culturale e nel campo della formazione occupandosi, tra l’altro, di cittadinanza. Attento alle problematiche di genere, è attivo nella promozione dei diritti delle donne. Svolge attività di ricerca sulla relazione tra femminile e maschile, con particolare attenzione alla tematica della violenza.


MARCO PIRRONE è ricercatore in Sociologia generale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Palermo, dove insegna Sociologia generale; ha inoltre tenuto corsi di Sociologia delle relazioni etniche, Sociologia della Famiglia, Sociologia della devianza. Da diversi anni si occupa dei processi di globalizzazione, con particolare attenzione alla mobilità e alle migrazioni internazionali nell’area mediterranea, oltre che di teoria sociologica, storia del pensiero sociale, esclusione e disuguaglianza sociale. Tra le sue pubblicazioni: Approdi e scogli. Le migrazioni internazionali nel Mediterraneo, Mimesis, Milano, 2002; Movimenti, frontiere e fratture mediterranee, Mimesis, Milano, 2007 e (a cura di), Crocevia e trincea. La Sicilia come frontiera mediterranea, Xl edizioni, Roma, 2007.


GIUSI D’ALCONZO è Coordinatrice delle attività di ricerca della Sezione Italiana di Amnesty International, per la quale ha curato il rapporto “Invisibili. I diritti umani dei minori migranti e richiedenti asilo detenuti all’arrivo alla frontiera marittima italiana” (2006), l’aggiornamento “Non più invisibili, in attesa di buone leggi” (2007) e altre pubblicazioni e attività sui diritti umani in Italia. E’ avvocato e si occupa da dieci anni di diritto di asilo e dell’immigrazione, di tutela di minori stranieri e persone vittime di tortura, di ricerca in materia di diritti umani. In passato ha collaborato in qualità di consulente legale con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) e con diverse Organizzazioni non governative, tra cui il Centro Astalli e Medici contro la Tortura, del cui comitato direttivo ha fatto parte dal 2001 al 2006.


LUIGI TINE’ Docente di Lettere nella scuola secondaria di I grado, referente di un gruppo di progetto, tutoraggio, progettazione e realizzazione di laboratori di documenti storici, giochi didattici, di elaborazione di un curriculo di storia e unità di apprendimento, di organizzazione di convegni, seminari e di coordinamento didattico Rete di scuole “Laboratorio Storia” avente per scuola capofila ICS M. Buonarroti di Palermo. Relatore al convegno “La storia attraente: laboratori e visioni del mondo” tenutosi presso ITT Marco Polo di Palermo. Relazione dal tema: Descrivere, narrare, argomentare: un curriculo verticale di Storia.


Sede di svolgimento del corso: Addaura Hotel Residence Congressi - Palermo

• Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.


• Si ricorda che a l’art. 64 comma 5 del CCNL stabilisce che: “Gli insegnanti hanno diritto alla fruizione di cinque giorni nel corso dell’anno scolastico per la partecipazione a iniziative di formazione con l’esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi vigente nei diversi gradi scolastici”.

Fonte: www.facebook.com/reqs.php#!/event.php?eid=145945602114578

martedì 21 settembre 2010

24 settembre-1 ottobre: Incontri gratuiti per leggere, ascoltare, parlare nelle lingue del mondo


Prossimi incontri gratuiti
presso la
Casa-Officina Creativa Interculturale


24 settembre 2010
15:00-19:00 incontro di formazione gratuito "Nati per leggere in tante lingue" per lettori volontari, di nazionalità e lingue diverse, che arricchiscano con voce e corpo la prima biblioteca plurilingue a Palermo dedicata all'infanzia.
Le adesioni saranno raccolte fino ad esaurimento dei posti.

25 -26 settembre 2010 L’Officina dei bambini!
15:00-16:00 “La città di gelato” incontro gratuito del percorso laboratoriale di arte e pittura. Il laboratorio è un percorso che esplorerà città fantastiche e immaginate attraverso il colore, le immagini e l'arte, per sviluppare la creatività e le capacità espressive dei più piccoli. Per bambini dai 3 anni.

16:00-17:00 “Draghi cinesi e ciotole di riso” incontro gratuito del percorso laboratoriale sul mondo cinese. Il laboratorio coinvolgerà i bambini in un viaggio appassionante alla scoperta del mondo cinese attraverso storie, canzoni, giochi e immagini. Per bambini dai 6 anni.

17:00-18:00 “Around the world” incontro gratuito del percorso laboratoriale di lingua inglese. Il laboratorio sarà un viaggio divertente interamente svolto in lingua inglese, per imparare giocando. Per bambini dai 3 anni.

27 e 30 settembre 2010
18:00 - 19:00 Lezione gratuita di lingua inglese per adulti.
Il corso, con insegnante madrelingua, prevede anche incontri in “english corner” e la possibilità di portare il proprio bambino che, durante le lezioni, svolgerà piccole attività e giochi con un operatore. L’iscrizione è trimestrale.
Il corso sarà attivato non appena si raggiungerà un numero minimo di iscrizioni.

28 Settembre e 1 ottobre 2010
18:00 - 19:00 Lezione gratuita di lingua cinese per adulti.
Il corso, con insegnante qualificato, prevede anche la consultazione di materiali didattici originali e incontri-tandem con gli studenti cinesi del corso di italiano. Per i partecipanti, ci sarà la possibilità di portare il proprio bambino che, durante le lezioni, svolgerà piccole attività e giochi con un operatore. L’iscrizione è trimestrale.
Il corso sarà attivato non appena si raggiungerà un numero minimo di iscrizioni.

27 settembre e 1 ottobre 2010
15:00 - 18:00 Incontro aperto e iscrizioni per il corso di lingua italiana per mamme migranti.
Il corso, con insegnante qualificato, è centrato sulle tematiche legate all'infanzia e alla maternità e prevede incontri con altre mamme ed esperti.L’iscrizione è trimestrale.
Il corso sarà attivato non appena si raggiungerà un numero minimo di iscrizioni

Associazione “Officina Creativa Interculturale”, Piazza Zisa, 17
Per informazioni e iscrizioni: 3296653514-3297439670
Scrivete a: officreaintercultura@gmail.com
Piazza Zisa,17 90135 Palermo
http://www.casaofficina.it/
www.myspace.com/officreaintercultura

21 settembre, Palermo: Presentazione libro "Tutti indietro" e dibattito "La nostra Africa"


Africa e Migranti
due eventi di Carta 9 gennaio

Si terranno martedì 21 settembre, presso il Centro Educativo Ignaziano in via Piersanti Mattarella 38/42 a Palermo, due aventi organizzati da Carta 9 Gennaio, gruppo palermitano che sta elaborando un nuovo progetto politico per la Sicilia. Protagonista dei due incontri sarà Laura Boldrini, portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr).

Nel primo dei due eventi, alle 17,30 nella Sala Loyola, Laura Boldrini presenterà infatti il suo libro “Tutti Indietro”. Un testo di denuncia dei trattamenti subiti dai migranti ed in particolare sui richiedenti asilo respinti in mare aperto, a seguito dei recenti accordi italo-libici, senza che abbiano la possibilità di far valere il loro diritto, riconosciuto dalle norme di tutela del diritto internazionale, una volta giunti nel nostro paese. Al fianco dell’autrice Carta 9 Gennaio ha chiamato a dibattere sul tema Giovanni Pitruzzella, Fulvio Vassallo Paleologo, Alfonso Cinquemani, Antonio Piraino, Franco Nuccio.

Alle 20,30 invece, nel Salone Teatro del Centro Educativo Ignaziano, si aprirà la discussione su “La nostra africa”. Dibattito che Carta 9 Gennaio ha voluto per provare a guardare alla complessità del continente africano attraverso i due punti di vista delle opportunità economiche e delle emergenze umanitarie, consapevoli che senza sviluppo economico difficilmente potrà esserci uno sviluppo umano che garantisca il rispetto della dignità degli individui.

Ed in questo percorso di sviluppo dei diritti dei cittadini africani e di sviluppo economico che ruolo potrebbe svolgere la Sicilia?

Il dibattito, moderato da Antonio Piraino di Carta 9 Gennaio, vedrà protagonisti la stessa Laura Boldrini, Michele Masellis, Giovanni Tumbiolo, Antonino Salerno, Pietro Di Marco, p. Vincenzo Sorce, Francesco Beneduce s.j.

Per informazioni: Anna Brighina 338/195897, 091/8887219

lunedì 20 settembre 2010

21 settembre: Giornata Mondiale della Pace, anche a Palermo

“SPECIALE” dalle NAZIONI UNITE per la Giornata Mondiale della PACE

In occasione della Giornata Internazionale della Pace, le Nazioni Unite hanno scelto di includere “Un Messaggio di Pace” di Prem Rawat, nei programmi che verranno da loro trasmessi in tutto il mondo dal 18 al 21 settembre 2010, accanto a molti volti di grandi personaggi, amati e riconosciuti da tutti per l’ispirazione delle loro parole e l’efficacia delle loro azioni positive.

Questo “speciale” include anche quotazioni salienti tratte da alcune recentissime conferenze tenute da Prem Rawat, ambasciatore di Pace, che ha ricevuto numerosi riconoscimenti sia all’Estero che in Italia, di cui è cittadino onorario già in molte città.

La TPRF (The Prem Rawat Foundation) sta partecipando a fianco di organizzazioni quali UNICEF, Action Against Hunger, World Economic Forum, CARE, UN World Food Programme, The Peace Alliance, Amnesty.

------------------------------------------------------------------------

In occasione della Giornata Internazionale della Pace, il 21 Settembre, il CEIPES è lieto di comunicarVi che parteciperà localmente con un'iniziativa di incontro con i cittadini della città di Palermo.

Saremo a Piazza Politeama dalle ore 14 per chiedere a chi incontriamo:

COSA SIGNIFICA PACE?

I partecipanti potranno scrivere una frase, una parola o fare un disegno su una lavagna e in seguito essere fotografati – le fotografie saranno messe online sul sito del CEIPES in una pagina dedicata alla Pace e alla Nonviolenza.

Sarà anche possibile essere intervistato/a sul tema della pace e avere la propria intervista online sul sito della Radio Youth Protagonists (http://youthonair.org/)

Vi aspettiamo!!

Sulla Giornata Internazionale della Pace:

www.onuitalia.it/notizie-settembre-2010/479
http://www.peaceday.tv/



‘Wanted, but not welcome’: i migranti filmano il viaggio verso l’Italia. Sconvolgente video proiettato al ‘Milano Film Festival’. GUARDA IL FILM

Vengono chiamati ‘viaggi della speranza’, ma molto spesso si tramutano in incubo. Di queste avventure si conosce tanto, ma forse non abbastanza. Da adesso però arriva una testimonianza di importanza capitale, perché filmata dagli stessi clandestini grazie a dei telefoni cellulari. Nel corso del ‘Milano Film Festival’ (10-19 settembre), è stato presentato il documentario dal titolo ‘Wanted, but not welcome’. Le immagini che compongono il film sono state curate e raccolte da Gabriele Del Grande. Una sequenza di circa 7 minuti dal contenuto agghiacciante.

Ogni giorno gruppi di immigrati clandestini, si imbarcano dalle coste nordafricane in cerca di fortuna. Il benessere ed il sogno di un futuro più stabile sono il carburante che spinge migliaia di persone a lasciare la propria terra natia. Disperati e speranzosi, spendono ingenti somme di denaro per viaggiare stipati come le ‘peggiori bestie pensabili’ in camion ed imbarcazioni stracolme. Stringono i denti e sopportano tutto. Eppure dal documentario emerge persino qualche luminoso sorriso. Costretti infatti a lasciare alle spalle strazianti guerre civili, anche un sogno può arrivare a scaldare l’animo più freddo.

Guardando le sequenze del documentario, dalla traversata del Sahara alla navigazione nel Mediterraneo sino al primo avvistamento di una motovedetta italiana, viene da chiedersi cosa abbiano loro in meno di noi. O, più in generale, cosa sia il ‘noi’ e cosa il ‘loro’. Un documento prezioso quello filmato dagli immigrati, che trasuda di realtà, e che invita a riflettere. Le amatoriali videocamere in loro possesso sono riuscite a filmare anche gli interni dei Cie (Centri di Identificazione ed Espulsione), là dove le autorità di pubblica sicurezza difficilmente consentono l’ingresso ai media. Roccaforti dell’attesa interminabile, in questi centri le storie dei nuovi arrivati si incrociano con quelle dei ‘veterani’, già lì da qualche tempo. Le loro storie sono tutte molto simili, ma mai uguali.

E così dall’adrenalina iniziale (toccante vedere fare la barba ad uno di loro, voglioso di rendersi bello per il suo approdo in Italia) al successivo dramma dell’espulsione, vi è uno scarto troppo grande. Le conseguenze però di chi viene intercettato in acque internazionali e rispedito in Libia, abbandonato a sé stesso ed alla solitudine più assoluta, sono ancora più strazianti.

Per il drammatico contenuto del documentario, si prega di evitare la visione da parte di coloro che siano facilmente impressionabili
Fonte: SiciliaInformazioni

www.youtube.com/watch?v=-Agf8jsHyx8

sabato 18 settembre 2010

24 settembre, Palermo: Clandestino Day a Palermo!

Venerdì 24 settembre · 17.00 - 23.30

Presso il Malaussène di Piazzetta di Resuttano n. 4

(dando le spalle all'Antica Focacceria San Francesco, bisogna percorrere 50 metri a destra rispetto alla Basilica di San Francesco d'Assisi, lungo via Maletto)

Palermo, Italy

--------------------------------------------------------------------------------

Ore 17.00 - 24.00


SCULTURE IN PIAZZA CONTRO OGNI RAZZISMO
Opere di Giuseppe AGNELLO, Mariano BRUSCA, Nicolò DI BELLA, Martin EMSCHERMANN, Daniele FRANZELLA, Salvatore RIZZUTI

Ore 17.00
- VOCI RUMENE. Sicilia-Romania andate e ritorno – Videoreportage di Enrico MONTALBANO, Angela GIARDINA e Ilaria SPOSITO
- L’AMICO ISAIASVideoinchiesta di Fabrizio GATTI

Ore 18.00
LEGGI RAZZIALI DELL’ITALIA DI OGGI
ne discutiamo con
Fabrizio GATTI – Giornalista de L’espresso
Giusto CATANIA – Direzione nazionale PRC
Giovanna GRANATA – Dirigente scolastico scuola De Gasperi di Palermo

Coordina
Amalia CHIOVARO – Arci Palermo

Ore 20.00
CENA SOCIALE ITALO-TAMIL E SPETTACOLO MULTIETNICO
a cura dell’ass. Cittadini del Villaggio Globale
con Paola CAPIZZI, Sevy Ngamy FARHEL, Rino MARTINEZ, Francesca VACCARO, con musiche e danze dell’ass. HOMBRE

Aderiscono:
Amref Palermo, Asantesana ass. onlus, ASGI, Ass. cult. Hombre, Ass. omosessuale Articolo Tre, CGIL Immigrazione Palermo, Circolo Arci 'NZocchè, Cobas Antirazzisti-Migranti, Cobas Scuola Palermo, Collettivo 20 Luglio, Comitato lotta per la casa 12 Luglio, Giovani Comunisti Palermo, Galleria d'arte GARAGE, L’Albero della Vita, Laboratorio Zeta, Laici Comboniani Palermo, Left - Casa della Sinistra, Navarra Editore, Rifondazione Comunista Palermo, Sinistra Ecologia e Libertà Palermo

Video-cronaca a cura di Cristina SCUDERI - Ass. WeltFilm


29 settembre, Palermo: Presentazione libro Con le Mani e con il Cuore

Presso La Feltrinelli di Via Cavour 133 - Palermo


MERCOLEDi' 29 settembre 2010

CON LE MANI E CON IL CUORE

Hombre Edizioni

Il testo è trilingue: lingua madre, italiano, inglese.

"C’è un luogo caldo, profumato, colorato,
in cui scorre gran parte della nostra vita:
la cucina."

"Con le mani e con il cuore" è un piccolo ricettario redatto da donne di diversa provenienza geografica e culturale, con qualcosa in comune: hanno lasciato la loro terra per vivere a Palermo. Nasce così una raccolta di ricordi e di ricette per un menu variopinto, commovente e allegro.

Ascoltiamo qualche storia e impariamo una ricetta insieme a Angela Fogazza e Marcella Croce.

Concluderà l’incontro un piccolo rinfresco.

Accompagnamento musicale a cura del Maestro Maurizio Piscopo.

venerdì 17 settembre 2010

18 settembre, Palermo: Evento Stand up! Per dire NO alla povertà

ASANTESANA onlus in collaborazione con Kala onlus, Ubuntu, la Caritas e l’AGESCI VI INVITA A PARTECIPARE ALL’EVENTO STAND UP che si svolgerà in contemporanea in più di 30 piazze italiane

A PALERMO SABATO 18 SETTEMBRE

TUTTI IN PIAZZA CASTELNUOVO

PER DIRE SIMBOLICAMENTE NO ALLA POVERTA'

PROGRAMMA:

ORE 10-19 A PIAZZA CASTELNUOVO con il grande gioco "Quiz Up! Stand Up!" sugli Obiettivi del Millennio promosso dalla Campagna del Millennio e dalla Federazione Italiana dello Scautismo e a seguire concerto dei Sini Kan, gruppo di percussionisti africani.

ORE 19-23 PRESSO GLI SPAZI ESTERNI DELLO SPAZIO-LUDOTECA MULTIETNICA “IL GIARDINO DI MADRE TERESA” (Piazza dell’origlione, 17 nel quartiere di Ballarò) gestito dall’Associazione Kala onlus verrà offerta un CENA CON PIATTI TIPICI AFRICANI con un contributo di € 6.

Sarà possibile visionare la mostra fotografica “Palermondo” della Caritas Diocesana sulla realtà immigrata di Palermo e si potrà ballare al ritmo della musica africana.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI

26 ottobre: Presentazione in tutta Italia del XX Dossier Statistico Immigrazione Caritas-Migrantes

Nell’anno del XX anniversario del Dossier Statistico Immigrazione Caritas – Migrantes, il prossimo 26 ottobre sarà presentato il Dossier Statistico Immigrazione Caritas - Migrantes 2010 - XX Rapporto a Roma e in altre città italiane.

Questi gli altri appuntamenti istituzionali:

• 25 novembre 2010 – Roma, Presentazione Osservatorio Romano sulle Migrazioni – VII Rapporto

• 2 dicembre 2010 – Roma, Presentazione Rapporto Italiani nel Mondo 2010 – V Rapporto

• 22 ottobre 2010 – Salone dell’Editoria Sociale, Largo Ascianghi, 5 (ex- Gil) Roma

Info: Dossier Statistico Immigrazione Caritas/Migrantes
tel. +39 06.66514345
E-mail: idos@dossierimmigrazione.it



5 ottobre, Palermo: Presentazione corso di lingua e civiltà arabo-mediterranea


CISS - Cooperazione Internazionale Sud Sud nell’ambito delle attività del suo Centro di Documentazione ‘Paola Buzzola’ presenta

mercoledì 5 ottobre 2010 alle ore 17:30

Bâb al-bahr
Corso base di lingua e civiltà
Arabo-Mediterranea

Il corso si propone di offrire un breve viaggio nel mondo arabo del mediterraneo attraverso lo studio della sua lingua, un ciclo di incontri tematici e una breve rassegna cinematografica così strutturati:

• 60 ore di corso base di arabo classico contemporaneo, curato dalla docente madre lingua Lamia Tebourbi

• 3 incontri tematici sulla storia e civiltà araba nel Mediterraneo curati da Sergio Cipolla e Alberto Sciortino

• breve rassegna cinematografica del Mediterraneo (4 incontri)

Il corso sarà aperto a 15 persone previa pre-iscrizione entro il 1 ottobre, via e-mail, ed avrà un costo di 350 € suddiviso in 2 tranches di pagamento.

Una parte dei fondi sarà utilizzata dal CISS per contribuire al restauro del Mausoleo di Sidi Amor Abada, già sede di un piccolo Museo delle Tradizioni Popolari e di un Conservatorio, nell’ambito del progetto “Sviluppo Integrato del quartiere di Sidi Amor Abada", Kairouan – Tunisia.

Per informazioni e iscrizioni scrivere a:

Lita Favetti
e-mail: cedoc@cissong.org
http://www.cissong.org/

Il corso avrà una frequenza bisettimanale:

martedì e giovedì dalle ore 17:30 alle 19:30
(eventuali modifiche saranno concordate con l’intero gruppo classe)
presso i locali del CISS, salone CEDOC,
Via Marconi 2/A Palermo
tel. 091.6262694