www.tprf.org: La tua arma segreta (words by Prem Rawat)

Programma di Educazione alla Pace - TPRF



Discorso di Prem Rawat alla Settimana della Pace e della Solidarietà di Mazara del Vallo - 27 maggio 2011 - Video


"Determination, understanding and clarity have to be the fundamental foundations on which peace will be built."


"Not exclusion, but inclusion."


"The day our measurements are based on our similarities and not our differences is the day we will begin to lay the foundation for peace in this world."
Prem Rawat
Watch A message of Peace by Prem Rawat

Il Peace Education Program (PEP) ha lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire le risorse interiori che sono loro proprie, strumenti innati per vivere, come la forza interiore, la capacità di scelta e la speranza, esplorando anche la possibilità della pace personale.
Si tratta di un programma educativo nuovo, con un piano di studi che consiste in 10 video, ciascuno incentrato su un argomento specifico, presentato e facilitato da volontari. Questi seminari, adattabili e interattivi, sono non religiosi e non settari. Il contenuto di ciascun argomento si basa su brani tratti da discorsi pronunciati da Prem Rawat in tutto il mondo.
Presentazione del PEP (in italiano)

"Uno degli aspetti meravigliosi del ridere, della felicità, della gioia e della pace, è che sono cose contagiose. Diffondete questo sentimento contagioso di pace, il bisogno di pace, in questo mondo. È di questo che abbiamo bisogno nella nostra vita. La pace è una necessità, non è un lusso." Prem Rawat


martedì 30 giugno 2009

6-12 luglio, Galleria d'Arte Moderna: Festival Internazionale di documentari sul Mediterraneo e l'Islam "Sole Luna"


SOLE LUNA
UN PONTE FRA LE CULTURE


FESTIVAL INTERNAZIONALE DI DOCUMENTARI
SUL MEDITERRANEO E L’ISLAM

QUARTA EDIZIONE

G A L L E R I A D ’ A R T E M O D E R N A
COMP L E S SO MONUMENTAL E SANT ’ANNA

PALERMO 6/12 luglio 2009


Bando di concorso per 2 Collaboratori Esperti Linguistici, Università di Bologna

Bando di concorso per 2 posti da CEL di italiano L2 a tempo determinato (un anno: 500 ore) per l'UNIBO (CILTA e CLIRO).
Pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale di ieri (GU n. 48 del 26-6-2009 )
SCADENZA: 27 luglio 2009

ALCUNI ARTICOLI DEL BANDO:
Art. 1. Numero dei posti
E' indetto, per le esigenze del Centro Interfacolta' di Linguistica Teorica Applicata (C.I.L.T.A.) e del Centro Linguistico dei Poli Scientifico-Didattici della Romagna (CLIRO) dell'Alma Mater Studiorum - Universita' di Bologna, un concorso pubblico, per esami, per la copertura di due posti di collaboratore ed esperto linguistico per la lingua italiana, con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato per la durata di un anno con un monte ore annuo pari a 500 ore. L'Amministrazione garantisce parita' e pari opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento nei luoghi di lavoro. La sede di servizio per la quale il presente bando viene indetto e' un posto per la sede di Bologna e un posto per il polo della Romagna."

Art. 2. Requisiti generali di ammissione
Per l'ammissione al concorso e' richiesto il possesso dei seguenti requisiti: 1) essere di lingua madre italiana, vale a dire cittadini italiani o stranieri che per derivazione familiare o vissuto linguistico abbiano la capacita' di esprimersi con naturalezza nella lingua italiana, ed in possesso di idonea qualificazione e competenza; 2) titolo di studio: diploma di laurea del vecchio ordinamento degli studi o laurea del nuovo ordinamento degli studi (D.M. 509/99; D.M. 270/2004) o titolo di studio universitario straniero adeguato alle funzioni da svolgere; 3) eta' non inferiore agli anni 18; 4) idoneita' fisica all'impiego, che l'amministrazione accertera' sottoponendo i vincitori a visita medica di controllo secondo la normativa vigente; 5) essere in posizione regolare in relazione agli obblighi di leva (solo per i cittadini italiani di sesso maschile); 6) godere dei diritti politici. Tutti i requisiti prescritti devono essere posseduti dai candidati alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande diammissione al concorso.

Il presente bando sara' inoltrato al Ministero della Giustizia per la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale «Concorsi ed esami» e sara', inoltre disponibile sul seguente sito internet:

http://www.unibo.it/Portale/Personale/Concorsi/default.htm

Per eventuali ulteriori informazioni rivolgersi all'Ufficio
Collaboratori Linguistici e Professori a Contratto dell'Alma Mater Studiorum
Universita' di Bologna - Piazza Verdi n. 3
Tel. 051 2098950 - 2098972 - 2098973
Fax 051 2098980
E-mail:
profacontratto@unibo.it

Bologna, 18 giugno 2009

Il direttore amministrativo: Fabbro

lunedì 29 giugno 2009

4 luglio, Giardino Inglese: Fiera della Cooperazione

CISS COOPERAZIONE INTERNAZIONALE SUD SUD E COCIS (Coordinamento delle Organizzazioni non governative per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo

presentano

FIERA DELLA COOPERAZIONE

SABATO 4 LUGLIO 2009 GIARDINO INGLESE PALERMO

L'evento si propone di rilanciare la visibilità della cooperazione non governativa italiana, attraverso la sensibilizzazione sulla solidarietà internazionale e la promozione del confronto tra le esperienze delle ONG.

Una giornata di dibattiti ed eventi artistici, con la partecipazione di associazioni e ONG attive a Palermo nel campo della cooperazione allo sviluppo e dell’intercultura e con l’obiettivo di sviluppare partnership più forti tra ONG e creare momenti di riflessione sul mondo della cooperazione internazionale.

Una occasione per informare su quanto è realizzato nei Paesi in via di sviluppo, per provocare e stimolare un reale cambiamento di stili di vita nei cittadini del Nord del mondo in grado di modificare positivamente gli squilibri esistenti tra Nord e Sud.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

h.17.30 SPAZIO BAMBINI
spettacolo a cura di
ASSOCIAZIONE CULTURALE PETTIFANTE - IL GATTO IL CORVO E L'ELISIR DELL'INGANNO

h. 17. 30 SPAZIO DIBATTITI
“LA COOPERAZIONE, STRUMENTO ED ESPERIENZA.
Volontari di ieri e volontari di oggi a confronto”

dalle h. 20.00 performance libere e degustazioni dai sud del Mondo

dalle h. 21.30 concerto

IDRI’A – SANDRO MINA’ BB – OTHELLO – APPLE SCRUFFS

PARTECIPANO

AL JANUB – AMREF - ASANTESANA - CENTRO ASTALLI - CESIE
IUP ORGANIZATION – LIBERA – NAVARRA EDITORE - NO COLORS
POLE POLE – SIMPOSIO – TULIME

INIZIATIVA REALIZZATA NELL’AMBITO DEL PROGETTO DEL COCIS
“L’ARCHIVIO DELLA COOPERAZIONE”
CON IL SUPPORTO FINANZIARIO DEL MINISTERO AFFARI ESTERI


giovedì 25 giugno 2009

Martedì 30 giugno, MIGRAZIONI E CITTADINANZE - TRA STATO DI DIRITTO E DIRITTO DI POLIZIA






Università degli Studi di Palermo

Dipartimento Studi su Politica Diritto e Società
in collaborazione con
ASGI ( Associazione studi giuridici sull’immigrazione) e GD ( Giuristi democratici)


Martedì 30 giugno 2009 – Ore 15 – Piazza Bologni 8

MIGRAZIONI E CITTADINANZE
TRA STATO DI DIRITTO E DIRITTO DI POLIZIA


Partecipano : Salvatore Palidda dell’Università di Genova, Paolo Cuttitta, Marco Pirrone e Fulvio Vassallo Paleologo, dell’Università di Palermo, Pietro Milazzo della CGIL Sicilia.


Nel corso di questo incontro sarà presentata la ricerca
Razzismo democratico. La persecuzione degli stranieri in Europa
(a cura di Salvatore Palidda), 2009
Edizioni Agenzia X



Allo sbarramento delle frontiere esterne corrisponde l’inasprimento delle frontiere interne, con la introduzione del reato di immigrazione clandestina e con il prolungamento dei tempi della detenzione amministrativa. Per effetto di questi provvedimenti, che aumentano i ricatti subiti dagli immigrati privi di un permesso di soggiorno, il lavoro dei cd. “immigrati irregolari” si avvicina allo sfruttamento schiavistico e questo permette un abbattimento delle garanzie e dei diritti di tutti i lavoratori. Le pratiche di polizia rivolte nei confronti dei migranti si indirizzano anche verso i ceti più deboli e gli esponenti di un dissenso sociale sempre più ampio. La discrezionalità dei controlli amministrativi diventa strumento di contenimento del conflitto sociale e si estende a tutti quei soggetti che si oppongono al modello economico e politico dominante. Si tenta di impedire qualunque forma di solidarietà tra gli immigrati che rivendicano i loro diritti ed i diversi soggetti organizzati che difendono i diritti fondamentali delle persone ( lavoro, casa, salute, istruzione). Si incide sempre più spesso sulle libertà di associazione e di manifestazione. Recenti provvedimenti, in corso di approvazione da parte del parlamento, trasferiscono dalla magistratura inquirente alle autorità di polizia giudiziaria importanti prerogative nella acquisizione della ”notitia criminis” e nell’avvio dell’azione penale. In un paese nel quale il sistema elettorale nega la rappresentanza politica agli immigrati ed a milioni di cittadini insieme, si ripropone l’esigenza di individuare e praticare nuove prassi di difesa e di aggregazione sociale. In questa prospettiva va analizzata la utilizzazione del diritto penale e del diritto di polizia nel controllo del conflitto sociale, per contrastare gli abusi e per salvaguardare il principio della divisione dei poteri e le garanzie dello stato democratico previste dalla nostra Costituzione.

martedì 23 giugno 2009

La popolazione italiana cresce grazie ai cittadini stranieri

ROMA - La popolazione italiana ha raggiunto quota 60 milioni 45 mila 68 individui. Dal 2002 al 2008 gli individui residenti in Italia hanno superato la soglia dei 60 milioni di abitanti, esattamente cinquanta anni dopo il superamento dei 50 milioni di abitanti, avvenuto nel 1959. Lo evidenzia l'ultimo bilancio demografico diffuso dall'Istat, che registra come la cifra sia dovuta all'apporto degli immigrati. La popolazione di cittadinanza italiana, infatti, è diminuita di 400 mila unità, mentre quella straniera è aumentata di 2 milioni e 720 mila unità.
Gli stranieri. Aumenta in Italia la percentuale di cittadini stranieri residenti che secondo l'Istat è pari al 6,5%. Nel 40,3% dei comuni italiani la popolazione è cresciuta grazie agli immigrati, che con il loro arrivo hanno compensato anche la diminuzione delle nascite e l'invecchiamento della popolazione. Nelle Regioni del Nord, due bambini su dieci, nati nel 2008 (il 19% del totale), sono figli di cittadini stranieri tale incidenza è leggermente più bassa nelle regioni del Centro, dove i neonati non autoctoni sono il 14%, mentre è assai più ridotta nel Mezzogiorno: qui i bambini figli di immigrati occupano solo il 3,4% delle culle. Le migrazioni, si legge nel rapporto, "hanno avuto un effetto di trascinamento per il movimento naturale", attraverso un incremento delle nascite, più marcato nelle regioni nelle quali la presenza straniera è divenuta più stabile e radicata.
Le nazionalità. Sui primi tre gradini del podio, per nazionalità di provenienza, si trovano: rumeni (780 mila), albanesi (440 mila) e marocchini (400 mila). Gli stranieri provenienti dalla Cina, per ora, si devono accontentare della medaglia di legno con soli 170 mila connazionali che abitano il Belpaese. La migrazione in Italia è comunque "sempre più multietnica", anche se diminuiscono i flussi dei cittadini europei neocomunitari (rumeni), a favore di una maggiore incidenza di quelli provenienti da Paesi extra Ue (Moldova, Ucraina, India
Tutto in famiglia. Chi vive stabilmente nella penisola preferisce farlo in famiglia. Le famiglie anagrafiche sono 24 milioni e 614 mila, e corrispondono al 99,5% della popolazione. Famiglie, però, poco affollate. Il numero medio di componenti si ferma a 2,4. Il valore minimo si registra in Liguria con nuclei di 2 persone il massimo in Campania con 2,8 familiari sotto lo stesso tetto. Mini-famiglie, quindi, anche a causa dell'aumento delle separazioni (+1,2%) e dei divorzi (+2,3%) rispetto al 2006.
Fuga dal Sud. Nei 12 grandi comuni con popolazione superiore ai 250 mila abitanti risiedono poco più di 9 milioni di abitanti, pari al 15,1% del totale. Ma mentre nei grandi comuni del Nord e del Centro, con la sola eccezione di Milano, la popolazione aumenta progressivamente, tutti i grandi comuni del Mezzogiorno stanno perdendo abitanti. La maglia nera spetta a Napoli con una diminuzione dell'1%. Il capoluogo campano, però, insieme a Palermo e Roma, rappresenta un'eccezione per quanto riguarda la crescita naturale: negativa in tutti gli altri grandi comuni della Penisola.

Fonte: La Repubblica

lunedì 22 giugno 2009

Venerdì 26 giugno, Giornata di Studio "POLIS - Immigrazione: donne e famiglie tra diritti, salute e multiculturalità

ISTITUTO FERNANDO SANTI Formazione Professionale Assistenza Emigrati e Immigrati

Giornata di studio
POLIS - Immigrazione:
donne e famiglie tra diritti, salute e multiculturalità

Palermo, 26 giugno 2009
dalle 9.00 alle 13.00
Via Quarto dei Mille, 6
tel. 0916251144
La giornata di studio, oltre ad essere in linea con le politiche istituite dalla L. 328/2000 e con gli interventi attuati dall’Assessorato e della stessa Associazione, contribuirà a stimolare la riflessione sulle politiche d’intervento e sui progetti volti in particolare all’integrazione delle donne immigrate nel territorio.

Summer School "Migranti, diritti umani e demo-crazia", Università di Palermo, Dipartimento Ethos

Dal 20 al 24 luglio p.v. si svolgerà la II edizione della Summer School "Migranti, diritti umani e demo-crazia" (Dipartimento Ethos, Università di Palermo), presso la Fondazione Banco di Sicilia.
Tra gli esperti italiani e stranieri coinvolti, è previsto l'intervento di Medici Senza Frontiere.
Il costo è di € 150; inoltre sarà rilasciato un attestato di partecipazione e il riconoscimento di 9 crediti formativi universitari.
Il bando scade il 26 giugno p.v.
Per scaricare il bando ed iscriversi cliccare qui

Sabato 27 giugno, Seminario di Alta Formazione "Dalle parole ai fatti. Cosa cambiare e come cambiare?

UCODEP - SEGNI INVISIBILI - COORDINAMENTO ITALIANO PER IL DIRITTO DEGLI STRANIERI A VIVERE IN FAMIGLIA - SIMM SOCIETA' ITALIANA DI MEDICINA DELLE MIGRAZIONI
presentano il

Seminario di Alta Formazione per Dirigenti e Operatori dei Servizi e di Specializzazione per Mediatori culturali

Dalle parole ai fatti
COSA CAMBIARE E COME CAMBIARE?


Sabato 27 Giugno 2009
Palermo
Centro Astalli, Quartiere Libertà in Via P. Mattarella n.38/42

Programma
Ore 9:00 accoglienza dei partecipanti
Ore 9:15 Cosa cambiare nell’approccio di operatori e servizi pubblici e privati con le famiglie “nel guado” della migrazione tra diverse appartenenze. Indicazioni per percorsi innovativi
Relazione introduttiva e lavori di gruppo
Ore 10:30 Plenaria
(pausa)
Ore 11:30 Come creare una rete di monitoraggio delle situazioni problematiche e di intervento sinergico a sostegno delle famiglie “nel guado” della migrazione
Introduzione, lavori di gruppo e plenaria

Ore 13:00 Conclusioni e presentazione del Convegno Internazionale di chiusura del Progetto nazionale Segni Invisibili - Palermo, Settembre 2009

Intervengono: Germano Garatto, esperto di processi d inclusione sociale
Letizia Drogo, esperta di comunicazione interculturale (IntegrAzioni Sicilia)
Mario Affronti, Presidente della Società Italiana di Medicina delle Migrazioni

Ore 13:30 Buffet interetnico e saluti finali tra i partecipanti


Progetto promosso e finanziato dalla
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento per i Diritti e le Pari Opportunità

Giovedì 25 giugno, evento interculturale "Porte aperte sulle altre culture"



Giovedì 25 Giugno, presso il Convento dei Carmelitani, via G.Grassi 13/a si terrà un evento interculturale "Porte Aperte sulle altre culture" organizzato grazie alla partecipazione di giovani volenterosi e motivati a creare un momento di incontro tra le varie culture presenti a Palermo.
Sarà dato spazio ai bimbi del Centro delle culture "Ubuntu" che ci divertiranno emozionandoci con le loro esibizioni; differenti mostre fotografiche ("Picasso nei colori dei bambini", "Discover", "Sguardi" ), laboratori di danza tunisina e spagnola a cui potrete partecipare così come un laboratorio di percussioni, animazione per bimbi e lo spettacolo di un giocoliere. Cena interculturale il cui ricavato sarà dato all'associazione di Mamma Africa per la costruzione di orfanotrofi in Burkina Faso e infine... esibizioni di danza e concerto dei "Sandrominà" , un gruppo di giovani musicisti, particolarmente sensibile a questi temi, che ci accompagna spesso in questi eventi e che avremo l'onore di avere tra noi anche giovedì.

Roberta Lo Bianco
CE.S.I.E Onlus - Centro Studi ed Iniziative Europeo
Legal address: Via B. Leto n. 1- 90040 Trappeto PA - Italy
Office: Via Gorizia n. 22 – 90133 Palermo, Italy
CF: 97171570829

Master universitario in Didattica dell'italiano come lingua seconda e straniera: ultimi giorni per richiedere voucher formativi

C'é tempo fino al 24 giugno per richiedere i voucher formativi a copertura totale dei costi di iscrizione al Master universitario in Didattica dell'italiano come lingua seconda e straniera presente nel Catalogo Alta Formazione della Regione Sicilia ed gestito dall'Università di Palermo, Facoltà di Lettere e Filosofia, Facoltà di Scienze della Formazione, Scuola di lingua e cultura italiana per stranieri dell’Ateneo di Palermo.
Requisito minimo indispensabile, un laurea triennale.
Qui la scheda del Master.
Per richiedere i voucher, bisogna prima registrarsi al sito
.
Dopo aver compilato la domanda on-line, bisogna inviarla anche in formato cartaceo.

Per consultare il Bando, cliccare su "Avviso pubblico n. 05 del 26 maggio 2009" su questa pagina